Profughi, i sindaci dell’Alto Vicentino si autoconvocano a Sarcedo: “La questione riguarda tutti”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il sindaco di Sarcedo

“Lunedì i sindaci dell’Alto Vicentino si incontreranno a Sarcedo per dare una risposta alle azioni della Prefettura in merito alla vicenda richiedenti asilo nel nostro comune. Questo tema diventa di portata intercomunale: questo modo di operare può toccare qualsiasi comunità”. Ad annunciare l’autoconvocazione dei primi cittadini è il sindaco di Sarcedo, Luca Cortese, dopo la notizia, emersa ieri, dell’intenzione della Prefettura di inviare a Sarcedo una cinquantina di richiedenti asilo, facendoli ospitare nell’ex albergo ristorante da Gigi, locale affacciato sulla Nuova Gasparona, chiuso e di proprietà della Italease SpA.

“Tenere all’oscuro una comunità e prendere accordi con i privati – ha sentenziato Cortese – è illogico ed ingiusto. Siamo al fianco dei cittadini per tentare con tutti i modi legali di fermare quella che riteniamo una vera ingiustizia!”.

In Prefettura intanto si sta valutando la situazione. Domani a mezzogiorno è previsto un incontro di tutta la giunta comunale di Sarcedo con il prefetto Umberto Guidato e il suo staff. Intanto la notizia si è diffusa in un battibaleno in paese, scatenando il dibattito fra i cittadini, mentre comitati e forze politiche contrari all’accoglienza nella nostra provincia annunciano presidi e mobilitazioni.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!