Serie A1 Hockey su pista. Il punto sulle vicentine dopo la 18° giornata

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Foto Elisa Ercego

Di Roberto Tessaro

E’ finita con i recuperi giocati martedì sera la 18° giornata del massimo campionato di Hockey su pista. Giornata estremamente positiva per le 5 vicentine, che ha visto 4 vittorie ed una sola sconfitta.

La prima a portare a casa i 3 punti è stato il Valdagno, che sabato sera nel derby contro il Sandrigo ha regolato i cugini d’oltre Astico per 10 a 4, proseguendo l’ottimo momento di forma che vede la formazione laniera risalire prepotentemente la classifica nelle ultime ultime 5 giornate, che hanno portato in dote ben 13 punti su 15 a disposizione, con illustri vittime quali il Forte dei Marmi del Presidente Tosi e del Ds Mattugini. Sono ora ben 23 i punti in classifica dei Vanzo boys, punti che hanno permesso di agganciare l’ottava posizione in classifica, ultima posizione utile per i playoff, e che hanno oltremodo ringalluzzito un ambiente sempre molto caldo ed appassionato.

Dall’altra parte, 13° invece sconfitta consecutiva per il Sandrigo, fermo ormai da più di mesi a soli 4 punti in classifica all’ultimo inevitabile posto. Ma sicuramente la palma di miglior squadra della giornata se la aggiudica il Bassano di Mister Marzella, che dopo la partitissima di sabato sera in Eurolega, con sconfitta risicata per 3 a 2 subita in casa contro i mostri sacri dell’hockey mondiale del Barcellona, ieri sera ha sconfitto per 6 a 5 sempre tra le mura del Palazzo bassanese il Follonica vera rivelazione di questa prima parte di campionato, che pare essere andato recentemente in crisi stante le ultime 2 sconfitte consecutive contro Correggio ed appunto ieri sera Bassano. Per i giallorossi di coach Pino Marzella reti di Julia, doppietta, Tataranni, Amato, Neves e Panizza, cui la squadra ha dedicato la vittoria stante la recente morte del papà. Settimo posto attuale in classifica per la squadra del Brenta.

Ottima vittoria anche del Trssino, che dopo l’arrivo di mister Valvede, ha collezionato 7 punti su 9 a disposizione, con vittima illustre ancora quel Forte dei Marmi cui sinora in questo campionato le trasferte in terra veneta hanno riservato più delusioni che vittorie. Nono posto in classifica per i trissinesi, ad un solo punto dai cugini valdagnesi e a 2 dal Bassano, e sabato sera si annuncia in vallata un derby di fuoco appunto tra Trissino e Bassano.

Ultima vittoria di giornata quella del Breganze, che torna a conquistare i 3 punti dopo le sconfitte contro Forte dei Marmi in Versilia e contro Liceo La coruna in Eurolega, dopo la sentenza della Corte di Appello che ha salvato i rossoneri dal declassamento a fine campionato in terz’ultima posizione, causando non poche polemiche in tutto il panorama nazionale. Vittoria perentoria, 6 a 1 contro il Cremona degli ex Sergio Silva e Cacau, rimasto in partita più di quanto il risultato non dica, visto che sul 2 a 1 è stato bravo il portiere Sgaria a parare un rigore allo specialista Silva, e poco dopo è stata annullata la rete del 2 a 2 per una presunta stecca alta, con l’arbitro Molli a prendersi la responsabilità della decisione anche nei confronti del collega Corponi. Con questa vittoria i rossoneri di mister Belligio scavalcano il Follonica e si piazzano temporaneamente al 4° posto in classifica a 33 punti, a – 10 dal Lodi capolista del baby talento Giulio Cocco che è andato ad espugnare perentoriamente Forte dei marmi per 5 a 2.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!