Brexit. May: Stop agli europei in cerca di lavoro in Gb

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

La premier inglese Theresa May ammonisce in merito ai prossimi passi verso la Brexit: “Non sarà più permesso alle persone di arrivare dall’Europa nella remota possibilità che possano trovare un lavoro“. Così la premier britannica su Facebook. “Accoglieremo sempre – aggiunge – i professionisti qualificati che aiutano la nostra economia a prosperare, dai dottori alle infermiere, agli ingegneri e agli imprenditori ma, per la prima volta da decenni, avremo il pieno controllo dei nostri confini”.

La premier May conferma inoltre la fine della libertà di movimento, la possibilità di siglare propri accordi commerciali e l’uscita dalla giurisdizione della Corte europea, ribadendo le rassicurazioni fatte negli ultimi giorni di fronte alle contestazioni interne dei falchi euroscettici e ribadite ancora mercoledì a Bruxelles.

A pochi giorni dalle dimissioni di due ministri, quello degli Esteri Boris Johnson e quello della Brexit David Davis proprio perché in contrasto con la May che, secondo loro, vorrebbe una “soft Brexit”, ora il messaggio della premier punta a rassicurare gli euroscettici più intransigenti sulle proprie intenzioni, anche se dall’altra parte, sembra continui a negoziare con l’Ue un’uscita dall’Ue decisamente meno “hard” rispetto ai suoi proclami pubblici.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!