Incidente mortale sulla Priabonese. Ragazza 22enne perde la vita

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Ennesimo incidente mortale lungo la strada Priabonese a Monte di Malo. A perdere la vita, quest’oggi verso le 14,30, una ragazza di 22 anni. La giovane, Ylenia Boriero di Zanè, stava guidando la sua moto Benelli in direzione di Cornedo quando all’altezza di via Bepazzi, in una tratto curvilineo, per cause ancora da chiarire ha perso il controllo del mezzo scivolando a terra e finendo sotto ad un camion Iveco, guidato da M.G., 57enne di Nogarole. Dai primi riscontri pare che la causa sia da ricercare nel sorpasso, non riuscito, dello stesso mezzo pesante.

Sul posto è giunta immediatamente un’ambulanza del Suem 118, ma per la giovane purtroppo non c’è stato nulla da fare e poco dopo il mezzo di soccorso si è dovuto allontanare a sirene spente. Il traffico è rimasto completamente bloccato a lungo in entrambe le direzioni, con deviazioni gestite a Malo dai carabinieri e alla rotatoria di Cereda dalla polizia locale Valle Agno.

Ylenia, dopo essersi diplomata all’Itis De Pretto di Schio come tecnico chimico nel 2015, aveva iniziato a lavorare, in turno, alla Zanon di Schio come operatrice elettropolishing. Oggi aveva staccato dal lavoro alle 14 e si era messa in strada con la moto acquistata con il padre circa sei mesi fa.

La sua casa in via Ca’ Castelle a Zanè è proprio di fronte a quella del sindaco Roberto Berti. Ora è meta di una processione di parenti e amici di famiglia che cercano di dare conforto ai parenti. Lì Ylenia abitava da sei anni con la sorella di 13 anni, la mamma Moira e il papà Killy. “E’ una notizia che lascia senza parole – commenta il primo cittadino di Zanè, a cui è stato affidato insieme a una pattuglia della polizia locale il difficile compito di avvertire la famiglia – un dolore inimmaginabile. Guardo il cortile e mi sembra di vederla mettersi il casco e partire con quella moto che usava in condivisione con suo papà. Non l’ho mai vista guidare in modo spericolato, assolutamente. E’ un dramma, saremo vicini alla famiglia”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!