Prostituta colombiana dà fuoco al cliente in un bar di Magrè

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un'ambulanza del Suem 118 (foto d'archivio)

Litiga con un suo cliente occasionale dentro un bar e gli dà fuoco. Per questo una donna colombiana, di professione meretrice, è stata denunciata dai carabinieri di Schio.

L’episodio è avvenuto l’altra notte. A.Q.A., colombiana 45enne residente a Thiene, si trovava all’interno del bar Riva di Magrè quando per motivi non meglio precisati – probabilmente legati all’accordo sulla sua prestazione – ha avuto un diverbio con un avventore, nonché suo cliente occasionale. Da quanto hanno potuto ricostruire i carabinieri, la donna è corsa nell’appartamento utilizzato per prostituirsi e ha preso una bottiglia d’alcol. Tornata nel locale, avrebbe reagito allo scontro verbale con il cliente spruzzandogli dell’alcol sulla maglietta e incendiandola poi con un accendino.

L’intervento fulmineo di altre persone presenti ha permesso all’uomo, un 43enne, di liberarsi dell’indumento. Il suo “cliente” si è poi recato all’ospedale di Santorso, dove è stato medicato per le ustioni riportate: i medici lo hanno giudicato guaribile in più di dieci giorni, salvo complicazioni. Per questo per la donna è scattata la denuncia in stato di libertà per lesioni aggravate.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!