Morto Roberto Anzolin, portiere valdagnese alla corte della Juventus negli anni ’60

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Roberto Anzolin nella foto pubblicata oggi dal sito della Juventus (Foto Juventus/LaPresse)

È morto nella notte, a 79 anni, Roberto Anzolin, portiere valdagnese della Juventus fra il 1961 e il 1970.

“Ci lascia oggi Roberto Anzolin, un valdagnese alla corte della ‘grande signora’, la Juventus, e della nazionale negli Anni ’60. Un uomo – scrive il Comune di Valdagno nel rendergli omaggio – che ha sempre messo in secondo piano il ruolo del campione, del vip, e che con il suo stile elegante non ha mai perso la sua passione per il calcio giocato e per il calcio da giocare. Mai ha dimenticato di avere un occhio di riguardo per le giovani generazioni valdagnesi che con la sua guida sono cresciute calcando l’erba dei nostri campi di gioco. Alla famiglia va il cordoglio di tutta l’amministrazione comunale e della città”.

Ad annunciare la sua morte è stato anche lo stesso club bianconero sul proprio sito web, ricordandolo come un “portiere guizzante” e “di affidabilità assoluta”. Anzolin con la Juve giocò nove stagioni, durante le quali collezionò 310 presenze e vinse uno scudetto e una Coppa Italia. “In questo giorno di lutto – si legge sul sito – la Juventus ricorda commossa il grande Roberto e si stringe al dolore della sua famiglia, cui vanno le più sentite condoglianze da parte della società e di tutti i tifosi”. Una dedica ad Anzolin l’ha fatta stamane anche Walter Veltroni, premiato proprio oggi dalla Figc a Torino con l’ “Antonio Ghirelli” per la letteratura sul calcio: l’ex sindaco di Roma ha dedicato al portiere valdagnese il riconoscimento ricevuto.

Anzolin, oltre a quella della Juve, ha difeso anche le porte del Palermo, dell’Atalanta, del Vicenza e del Monza. In Nazionale erano i tempi di Enrico Albertosi e questo non gli permise di farsi valere in maglia azzurra, che poté indossare una sola volta.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!