Corteo Antirazzista. Volantini attaccati sui segnali comunali. La rabbia degli abitanti

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

“Dato per scontato che ognuno può esprimere le proprie idee e far conoscere le sue iniziative, a noi sembra un modo incivile farlo imbrattando manufatti e segnali di proprietà comunale e quindi patrimonio di tutti”.

E’ questo il messaggio rilasciato dal comune di Torrebelvicino, a seguito dell’affissione abusiva dei manifesti che pubblicizzano la “Marcia antirazzista e antisessista” di domenica 29 aprile, organizzata dal collettivo della Schio Antifascista in occasione della 73° festa della liberazione.

La rabbia della popolazione, scoppiata sul locale gruppo Facebook, non è collegata tanto all’evento sponsorizzato, quanto alle modalità. I volantini infatti sono stati attaccati su segnali stradali, fermate delle corriere ed altri segnali di proprietà comunale. Fatto espressamente vietato dai regolamenti locali, che ha mandato su tutte le furie gli abitanti turritani.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!