Costruire in legno ed edilizia sostenibile: un convegno con 150 professionisti

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Un pomeriggio intero dedicato alla possibilità di costruire abitazioni sostenibili in legno nel territorio, assieme ai migliori professionisti del settore, e riflettendo più in generale sull’importanza dell’edilizia sostenibile.

E’ questo l’intento del convegno “Qualità dell’abitare – analisi ed opportunità delle costruzioni sostenibili in legno nel nostro territorio” che si terrà lunedì 26 marzo dalle 14 alle 18 nel teatro comunale “San Sebastiano” di Valli del Pasubio. Saranno oltre 150 i professionisti presenti, iscritti all’ordine degli architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Vicenza; del collegio dei periti industriali vicentini; dell’ordine dei dottori agronomi e forestali della provincia di Vicenza; dell’ordine degli ingegneri vicentini e infine del collegio geometri provincia di Vicenza.

Relatori di giornata saranno il sindaco di Valli, Armando Cunegato, che aprirà il convegno con un intervento sul progetto pilota di co-housing di contrada che vede Valli del Pasubio in prima linea nel vicentino per lo sviluppo di questa progettualità. Seguirà l’architetto Marisa Fantin, urbanista; prenderanno poi parola i dottori forestali Enrico Pozza, Carlo Klaudatos e Marco Grendene, coi quali Valli ha iniziato il progetto “Carega” per la produzione di carbonella territoriale. Spazio poi al geologo Matteo Collareda che relazionerà sulla microzonazione sismica e la sua importanza nella difesa contro i terremoti, portando come concreto esempio proprio Valli del Pasubio. Parlerà poi l’ingegner Roberto Scotta, con chiusura dell’ingegner Marco Filippi.

“La nostra amministrazione ha intrapreso, fin dall’inizio del mandato, una pluralità di iniziative finalizzate alla crescita della sostenibilità ambientale – ha spiegato il sindaco Armando Cunegato – coinvolgendo diversi settori che spaziano dalla produzione e valorizzazione dei prodotti locali e del turismo sostenibile, alla certificazione del legno di castagno, allo studio di soluzioni alternative di abitare per favorire la ristrutturazione e il ripopolamento delle contrade e di conseguenza la manutenzione e coltura del territorio montano. Questo convegno di altissimo livello va in questa direzione – ha concluso – siamo orgogliosi di ospitare tanti professionisti qui a Valli, che verrà preso ad esempio come comune di avanguardia nelle tematiche discusse”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!