Auto e tir si scontrano sulla Gasparona: 300 litri di gasolio finiscono sulll’asfalto

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il tir danneggiato con parte del gasolio finito in strada

Vigili del fuoco, carabinieri e polizia locale, tutti sul luogo dell’incidente che nell’immediato dopo pranzo di oggi ha coinvolto un autoarticolato Scania e una Opel Zafira lungo la nuova Gasparona. L’impatto è avvenuto nel territorio di Breganze, poco lontano dalla sede della Diesel, secondo i primi rilievi affidati agli agenti causato da un’invasione di carreggiata da parte del conducente dell’auto, uscito illeso dal violento impatto. Nessuna conseguenza fisica nemmeno per il camionista, il quale si è subito attivato per chiamare i soccorsi visto lo sversamento sulla carreggiata del carico: gasolio in gran quantità, pare fino a 300 litri.

Un potenziale pericolo che ha giustificato l’intervento in massa delle forze dell’ordine, visto l’asfalto reso viscido dalla fuoriuscita del carburante, meno infiammabile rispetto alla benzina ma comunque da “maneggiare” con cautela. Ai pompieri è toccato il delicato compito di rendere innocuo il liquido mentre polizia, con due pattuglie giunte dalla vicina Breganze e da Thiene, e carabinieri già sul posto si sono occupati di mettere in sicurezza l’area del sinistro e di veicolare l’ingente traffico in uno degli orari di punta.

Lo scontro improvviso si è verificato a un centinaio di metri dal rondò che interpone via Chizzalunga (Mirabella di Breganze) alla Nuova Gasparona. Come detto per i due uomini al volante, rispettivamente O.R. di 52 anni torinese e C.D. 47enne di Cassola, non ci sono state conseguenze fisiche.

Oltre ai danni ai veicoli, però, l’incidente stradale ha provocato un blocco parziale alla circolazione nella zona sulla direttrice Thiene-Marostica. Sono sono servite infatti quasi due ore per ripulire la carreggiata dai detriti dell’incidente e dal gasolio.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!