Playoff scudetto hockeypista: in corsa solo Breganze. Out Valdagno e Bassano

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Immagine da pagina Hockey Breganze

Dentro le prime quattro di regular season, fuori le outsider nella lotta scudetto dell’hockey su pista di serie A1. Che tradotto in salsa vicentina significa FaiZanè Lanaro Breganze unica superstite nel terzetto di vicentine qualificatesi per il round tricolore di playoff. Mentre Admiral Valdagno – sconfitta di un soffio dal Forte dei Marmi – e Bassano escono di scena nei quarti di finale senza grosse recriminazioni. Tutto come da pronostico, dunque, solo abbozzati eventuali colpi di scena rimasti sulla matita. A scrivere la storia dello scudetto 2017/2018 toccherà a una tra Amatori Wasken Lodi (campione d’Italia in carica e leader d’annata), le due toscanacce Cgc Viareggio killer dei giallorossi e “Forte” insieme ai rossoneri di Diego Mir, capace di stravolgere il quintetto su pattini e renderlo la squadra schiacciasassi del momento. Se si potrà aggiungere “giusto”, toccherà alla pista sancirlo.

Tre serie su quattro del primo sbarramento playoff si sono concluse con un secco due a zero, vale a dire doppia vittoria del team meglio piazzato in stagione. A farne le spese l’Hockey Bassano, incapace di mettere la stecca tra le rotelle ben oliate dei viareggini: al 4-2 del Palasind è seguito un 5-2 nella patria del carnevale senza alcuno scherzo ai pronostici. I gol a raffica del bomber spagnolo Julia (50 reti in regular più 3 in post season) non bastano per allungare l’annata. Avanti il Cgc e arrivederci a settembre per i roller di Barbieri, autori in ogni caso di un campionato di alto livello con piazzamento finale al quinto posto. Colpo secco “double face” anche per i detentori del titolo lodigiani, capaci di sbarazzarsi di Monza nel derby lombardo: al soffertissimo 3-2 corsaro in Brianza è succeduta la… mattanza, con un 10-3 impietoso nel ritorno.

Per l’hockey made in Breganze, unica vicentina sul podio al termine della fase lunga ma non decisiva, ostacolo Follonica dribblato con più agilità del previsto. Dura l’andata, con successo portato a casa con un 6-3, più morbida la replica, con Ambrosio – cinquina personale nei due atti – e soci a piazzare negli annali un 8-1 che vale anche come risparmio di energie visti gli impegni europei in Coppa Cers. Rossoneri di Mir avanti con… mira puntata sulla finalissima scudetto. Anche se sul cammino si troverà una squadra Forte di nome e di fatto. Primo atto già domani sera al Palaferrarin di Breganze alle 20.45, previsto il pienone nella tana dei leoni rossoneri.

A leccarsi le ferite dopo aver sfiorato l’idea di leccarsi al contrario i polpastrelli delle dita sono i beniamini dell’Admiral Valdagno, settimi in campionato senza grosse aspettative ma capaci di trascinare in gara-tre il Forte dei Marmi e tenere in bilico il programma playoff fino alla notte di sabato. Un doppio 2-1 a brindisi invertiti nelle due sfide tra l’Altovicentino e la Versilia, con la “bella” ancora sul litorale tirrenico dove Tataranni – stecca d’oro di A1 con 51 gol – e compagnia laniera che combattono pallina su pallina prima di cedere 4-2.

SERIE A2 – Solo l’Hockey Sandrigo conferma la prenotazione per la serie A1. Al momento dell’imbarco per la crociera tra i vip dell’hockeypista italiano non salgono la passerella nè Hockey Montebello e nè Roller Bassano. Brave anzi bravissime a issarsi fino alla semifinali playoff, vere e proprie battaglie a suon di gol in cui è successo di tutto e di più. Fuori le due biancorosse cadette, estromesse da Cremona (Montebello ko con un bizzarro 9-8 in Lombardia e un 5-8 fatale sulla pista amica) e dall’Amatori Vercelli: pazzesco l’equilibrio della doppia semifinale con i piemontesi (favoriti) a spuntarla a Bassano di misura con un 7-6 per catapultarsi in finale grazie al 5-4 ai rigori del match-bis, dopo il 2-2 dell’over time. La flotta vicentina di serie A1, nella versione 2018/2019, salvo intoppi sarà composta da cinque club: Breganze, Bassano, Valdagno, Thiene e Sandrigo.

 

 

 

 

Ascolta il Radiogiornale di oggi!