Cogollo fucina di pensiero per disegnare uno sviluppo sostenibile del territorio

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Cogollo e la pianura visti dal Monte Paù

“Possiamo immaginare uno sviluppo e una promozione del territorio veramente sostenibili?Come possiamo valorizzare le realtà che vivono al di fuori dei grandi flussi turistici?”. E’ partendo da queste domande che è stato organizzato, per questo weekend, a Cogollo del Cengio una articolato evento sul tema dello sviluppo e la promozione del territorio. In scaletta ci sono mostre, laboratori, incontri d’autore, esposizioni e concerti. Organizzata dall’associazione Viva Cogollo con il supporto della parrocchia di San Cristoforo, la due giorni gode di patrocini importanti: da Reflecting on Europe – Comitato Europeo delle Regioni all’Anci e alla sua Consulta Giovanile, dal Consiglio Regionale Veneto alla Provincia di Vicenza, dall’Unione Montana Alto Astico al Comune di Cogollo del Cengio e all’Ogd Pedemontana Veneta e Colli.

“Discuteremo con la politica, le associazioni, le categorie economiche e i cittadini – spiega Marco Zorzi, che è anche consigliere di minoranza – che vorranno confrontarsi in questa due giorni di dibattiti e laboratori. Partiremo dalla storia locale: se non conosciamo da dove veniamo, difficilmente sapremo dove andare e soprattutto faticheremo a capire e ragionare in un contesto chiaro. Attraverso vari laboratori, ci incammineremo tra le esperienze di sviluppo possibile e le realtà vicentine e venete che hanno raggiunto o sono impegnate nel raggiungere un traguardo rispetto alla valorizzazione di una loro peculiarità, sia essa storica,artistica, ambientale o magari gastronomica: i diretti interessati condivideranno con i presenti le loro vicende e i loro percorsi”. L’obiettivo è insomma capire, anche con l’aiuto di esperti, amministratori e semplici cittadini impegnati, se e come sia possibile concretizzare nel territorio il concetto di sostenibilità, intesa come motore di sviluppo e promozione rispettosi dell’ambiente.

Tutti gli appuntamenti si terranno presso il Centro Parrocchiale in via Don Lugi Agostini 1. Venerdì sera è prevista l’inaugurazione alla presenza del vicepresidente nazionale dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani, la presidenza della Provincia di Vicenza e il delegato di Anci Giovani, a cui seguirà la proiezione del film con visita virtuale al monte Cengio, cena con i sapori dell’Astico e il concerto della banda cittadina.

Per entrare sul fronte dei contenuti, sabato mattina sono previsti quattro workshop tematici:uno su giovani innovazione e cultura; uno sul recupero e la valorizzazione dei percorsi storici rurali quali fonte di sviluppo; un terzo sulla riqualificazione dell’esistente e lo sviluppo urbanistico sostenibile; l’ultimo sulla promozione e la riscoperta della produzione locale. Ai quattro laboratori seguirà una sintesi finale. Nel pomeriggio gli spazi saranno aperti al pubblico anche con la presenza di produttori locali. Alle 16 concerto Valincantà e alle sera alle 20,45 grande appuntamento con il direttore del TG4 Mario Giordano.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!