Festa di San Giovanni, dopo l’epidemia da stasera torna il luna park (in sicurezza)

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Foto Facebook Giostre e mestieri

Con la graduale ripresa delle attività autorizzate da normative statali, regionali e disciplinate  nella modalità di svolgimento da ordinanze e protocolli di sicurezza, anche le giostre del Luna Park possono tornare a Thiene in occasione delle festa di San Giovanni, patrono della città.

«L’accoglimento delle richieste degli operatori delle attrazioni, che non dimentichiamo sono aziende con partita Iva che pagano le tasse e i cui proventi servono al sostentamento delle famiglie – ci tiene a precisare Alberto Samperi, assessore all’animazione del centro storico – è stato preceduto da una serie di verifiche molto accurate. La normativa regionale autorizza i parchi tematici e di divertimento prevedendo il rispetto di una serie di linee guida per la sicurezza. Abbiamo analizzato quanto prescrive la legge assieme agli operatori nel corso di un incontro in Municipio e, come Comune, abbiamo verificato e ulteriormente regolamentato le misure a cui sia gli operatori delle giostre che il pubblico devono attenersi, garantendo la presenza di squadre preposte al controllo del rispetto del protocollo di sicurezza».

«Sarà assicurata, infatti, la vigilanza – aggiunge Samperi – di alcune squadre con personale debitamente formato, affiancando ai volontari della Protezione Civile comunale e dell’associazione Kronos anche operatori delle stesse attrazioni, sotto il coordinamento della polizia locale. Come in tutte le attività che stanno riprendendo in queste settimane, al rispetto della legge e delle regole deve accompagnarsi il senso del dovere e di responsabilità di tutti noi».

«Il fronte della sicurezza, sia nei termini consueti come la conformità elettrica, igienico-sanitaria, assicurativa e collaudi tecnici, che in quelli di contrasto al diffondersi della pandemia – conclude l’assessore thienese – ha richiesto un impegno e un lavoro particolarmente intenso  nei giorni scorsi, che si è concluso con il collaudo effettuato dalla Commissione di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo da me presieduta e tra i cui componenti erano anche funzionari dell’Ulss oltre che vari tecnici e dirigenti comunali. Ringrazio gli operatori dello spettacolo viaggiante per la fattiva collaborazione accordata e per il confronto continuo per garantire al pubblico del Luna Park di potersi divertire nelle migliori condizioni di sicurezza».

Nello specifico, sarà garantita nelle aree interessate dal Luna Park un’adeguata informazione sulle misure di prevenzione, con apposita segnaletica e cartellonistica ed utilizzando sistemi audio per richiamare l’osservanza di dette misure. Il monitoraggio per la promozione del rispetto delle misure di prevenzione e controllo è preposto a squadre con personale addetto. Saranno disponibili al pubblico i prodotti per l’igiene delle mani sia per gli utenti che per il personale in più punti, prevedendo l’obbligo di utilizzo degli igienizzanti da parte degli utenti prima dell’accesso e all’uscita di ogni attrazione.

Gli spazi sono riorganizzati per garantire l’accesso in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno un metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale. Sarà, infine, obbligatorio indossare la mascherina a protezione delle vie aeree per tutti i visitatori e per gli operatori addetti alle attività a contatto con il pubblico (per i bambini valgono le norme generali). I gestori delle attrazioni sono tenuti a garantire la regolare e frequente pulizia e disinfezione delle aree comuni, nonché la pulizia dei posti delle attrazioni ad ogni giro.

Con queste prescrizioni, dunque, da oggi venerdì 12 giugno e fino a giovedì 25 giugno a mezzanotte e mezza, grandi e piccini potranno divertirsi sulle attrazioni di Thienelandia: al parcheggio Divisione Acqui e nell’area del parco di Villa Fabris lungo via Damiano Chiesa ci sono attrazioni per adulti, otto giostre “grandi” e due banchi alimentari; al Bosco dei Preti sono posizionate ventisei giostre per bambini e cinque punti ristoro.

Per le attrazioni dei più piccoli, al Bosco dei Preti, gli orari sono dal lunedì al giovedì dalle 16 alle 23.30, con estensione alle 00.30 al venerdì e sabato. Nel giorno di domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 23.30. Il giorno di San Giovanni Battista l’orario è dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 00.30 con il gran finale assicurato dallo spettacolo piromusicale alle ore 23.30 con lancio dal Parco di Fabris che concluderà ufficialmente le feste patronali. L’orario delle attrazioni per i grandi si differenzia da quello per le attrazioni riservati ai bambini perché al pomeriggio dei giorni dal lunedì al venerdì inizia alle 18, anziché alle 16. Come tradizione ci saranno promozioni riservate ai bambini venerdì 12 giugno, con il biglietto al costo di un euro e nelle giornate di martedì 16, venerdì 19 e lunedì 22 giugno quando sarà possibile acquistare due biglietti al costo di uno.