Giovani e anziani: cosa fare per loro? Le opinioni delle liste in corsa alle elezioni

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Due anziani al parco (foto di archivio)
  • Servono nuove politiche per il coinvolgimento attivo di queste due fasce di popolazione? I servizi oggi presenti sono sufficienti? L’incidenza degli over 65 è passata dal 10% nel 2002 al 22% nel 2015 (Veneto) e nel giro di qualche anno si arriverà ad avere un over 65 su 3: questo comporterà notevoli problemi e costi dal punto di vista delle politiche sociali e assistenziali.

Eco Vicentino ha posto la domanda ai capilista delle varie liste a sostegno dei cinque candidati sindaco di Thiene. E le risposte spaziano da quelle dei sostenitori di Azzolin, per i quali “Thiene è morta” e servono eventi e manifestazioni perché “non si stanno sfruttando le potenzialità” della città a quelle dei sostenitori di Casarotto, per i quali al contrario Thiene “in questi 5 anni è uscita dal torpore” e in tema di anziani si pensa a uno sportello unico, al Centro diurno e a politiche attive per i “neopensionati” che si trovano improvvisamente con molto tempo libero. Comberlato pensa al co-housing per gli anziani e a borse di studio e volontariato per i giovani, mentre Lazzari punta a istituire il Premio 1° Figlio e ad eliminare tutte le barriere architettoniche; le liste a sostegno di Attilio Schneck propongono più ricette, dalla costituzione di un osservatorio per i ragazzi fatto “con” i ragazzi alla realizzazione di uno skate park, fino al supporto alle associazioni di volontariato che seguono gli anziani.

Di seguito, le loro risposte:

Liste candidato sindaco Christian Azzolin

Ordine Sociale Altovicentino per Thiene – Christian Azzolin Sindaco – Thiene a Destra

I giovani sono gli emarginati sociali per quanto riguarda la nostra piccola realtà. Vengono si e no organizzate manifestazioni o feste 3/4 volte all’anno (come lo Spritz Garden al Santo, o la festa del Buon Rientro) per far si che questi si sentano “appartenenti” alla società. Bisogna organizzare più eventi, durante i fine settimana con rassegne musicali, e manifestazioni sportive. Thiene è morta, non si sta sfruttando neanche un minimo delle sue potenzialità. Per quanto riguarda gli “over” anche qua le nostre politiche d’agevolazione potrebbero essere vincenti. Per accorciare le distanze tra centro e frazione abbiamo pensato d’ organizzare una navetta che colleghi direttamente le medesime ai punti più importanti (farmacia, pronto soccorso e centro) del comune di Thiene.

Liste candidato sindaco Giovanni Casarotto

Thiene al Centro

Per i giovani si sta lavorando molto, come peraltro per gli anziani. Thiene è uscita dal torpore in questi cinque anni e ora risulta una città vivace e ricca di opportunità. Penso che i giovani possono confrontarsi con gli anziani e viceversa, in una sorta di interscambio culturale che giova alla programmazione del futuro; da una parte c’è la creatività e le nuove idee, dall’altra l’esperienza. Nel nostro programma elettorale è presente invece una grande attenzione agli anziani soli o non autosufficienti, sostenendo concretamente le loro difficoltà quotidiane; ricordiamo però che l’Italia sta invecchiando notevolmente, quindi il problema va visto in forma globale, attraverso leggi serie che devono investire, tutelare e incentivare le nascite. Anche il Comune può, e deve, attuare politiche di sostegno rivolte al grave calo demografico.

Fare per Thiene
Per i giovani le proposte riguardano l’offerta di spazi di sviluppo della creatività giovanile: sale per band musicali, aree dedicate a concerti; spazi per murales, esposizioni di opere artistiche di giovani thienesi; l’organizzazione in accordo con le associazioni sportive di di tornei di calcetto/pallavolo/basket, anche estivi; Realizzazione di uno skate park; Potenziare il più possibile i servizi di orientamento scolastico; Creare momenti di incontro tra i giovani (attraverso le scuole magari) e le associazioni di volontariato presenti in città; creare una piazza telematica presso l’Urban Center con proposte di corsi, incontri con autori ed esperti, sfide videogames, ecc. ; attivare un blog dedicato ai giovani dove lasciare msg, critiche, proposte, suggerimenti, ecc. Per gli anziani in primis vanno sostenute le “loro” associazioni ed i progetti che li riguardano. Ci riferiamo alla meritoria attività di Associazioni come Età Serena” in primis, ma anche di “Auser”, dell’Università Adulti e Anziani. Quando si parla di politiche per gli anziani bisogna distinguere tra gli attivi-autosufficienti e i non autosufficienti. Alcune proposte per persone ancora attive ed autosufficienti potrebbero essere: istituire uno sportello unico per l’anziano come punto di riferimento per la raccolta delle richieste di intervento socio-assistenziale e del servizio di consulenza sui servizi di assistenza attivi e le strutture presenti sul territorio. Poi, un progetto per neopensionati alle prese improvvisamente con tanto tempo libero con l’obiettivo di offrire nuovi stimoli e opportunità. Ipotesi in collaborazione con associazione Età Serena e i sindacati dei pensionati; incontri con un esperto di problematiche sociali durante i quali illustrare ai neopensionati le varie attività culturali, sociali, sportive e di partecipazione presenti nel territorio nelle quali possono esprimere le loro capacità; creare un gruppo di pensionati tuttofare; realizzazione vademecum con consigli pratici e indirizzi utili; servizi di guardia civica; Bandi speciali per anziani over 65 ed invalidi per l’assegnazione di alloggi Erp.

Insieme per Casarotto – Pd

L’innalzamento dell’età anagrafica è il vero tema del futuro. Con una popolazione che invecchia bisogna dotarsi di nuovi servizi e di una nuova idea di città. Non vogliamo una città per “vecchi” ma una Thiene accogliente e capace di affrontare questo tema con serietà. Il vero nodo sono i parzialmente autosufficienti, ovvero quelle persone che non sono nelle condizioni di rimanere sole, ma che necessitano di un supporto, che spesso viene offerto dai famigliari, che però a loro volta non riescono ad occuparsi di tutto. Ecco perchè abbiamo pensato e siamo riusciti ad attivare il centro diurno, un luogo in cui l’anziano può essere accompagnato anche per poche ore e lasciato in mani sicure alleggerendo la famiglia dalla cura costante del parente. Sembra una banalità, ma è un servizio essenziale che va potenziato. Si deve poi pensare ad una città senza barriere architettoniche, spostarsi in carrozzina è un diritto, abbiamo abbattuto moltissime barriere in questi anni, e vogliamo continuare su questa strada. Va ricordato che questi anziani in molte occasioni rappresentano un vero e proprio welfare sociale, ovvero un supporto economico per i figli che non trovano lavoro e che non riescono a diventare autonomi. Questa è una stortura del sistema che va considerata. Vogliamo studiare un modo che preveda per queste situazioni un supporto positivo legato alla leva fiscale.

Lista Casarotto Sindaco per Thiene

A Thiene esistono alcune realtà che coinvolgono i giovani in modo attivo, quali il Progetto Giovani e il Social Day. L’impegno in tal senso è quello di continuare a sostenerle e coinvolgere più soggetti possibili. Per la fascia over 65 bisogna distinguere tra gli attivi-autosufficienti e i non autosufficienti. Per il primo gruppo numerose associazioni svolgono un importante servizio di coinvolgimento proponendo attività varie, dal ballo al camminare assieme, dal nonno vigile al trasporto verso le strutture ospedaliere. Sono tutte iniziative da mantenere e incentivare fornendo supporto logistico ed eventualmente contributi economici. Per i non autosufficienti l’avvio del Centro diurno è sicuramente una risposta. Per quanto riguarda l’assistenza economica proponiamo di mantenere la quota riservata nel bilancio per questa necessità.

Liste candidato sindaco Orazio Comberlato

Movimento 5 Stelle

Promuovere l’incontro della scuola con il mondo delle arti e dei mestieri del nostro territorio. Rafforzamento dei gemellaggi già esistenti e istituzione di nuovi, al fine di implementare gli scambi culturali patrocinati dal Comune. Incentivare la formazione di volontari, fin dall’età scolastica, per servizi alla persona e sviluppo progetti mirati; incentivi all’integrazione culturale tramite l’avvio di corsi d’italiano per stranieri e di corsi per mediatori culturali coinvolgendo gli interi nuclei familiari. Possibilità di istituire stage presso il Comune per laureandi/laureati in cerca di prima occupazione. Sostegno nelle pratiche di accesso a Borse di studio Regionali o Provinciali per gli studenti e maggiore informazione. Promuovere la conoscenza del consultorio giovani con specialisti che si occupino in forma anonima delle problematiche giovanili, e ubicare quest’ultimo in zona “neutra”. Mettere a disposizioni ambienti comunali per gruppi di persone maggiorenni che hanno a cuore lo sviluppo di argomenti a tema. Sostenimento di attività ricreative, musicali, sportive. Promozione di stili di vita salutari come forma di prevenzione attraverso: informazione nelle scuole e nelle università per adulti su temi sensibili come dipendenze, fattori inquinanti, riciclaggio. Promozione di strutture di condivisione (co-housing) per dare maggiore sostegno alle famiglie con necessità di assistenza di anziani in famiglia. Potenziamento di una rete di centri diurni per anziani come luogo di socializzazione, di mantenimento delle autonomie e delle capacità funzionali, ma anche come servizio di sostituzione rispetto al carico di cura famigliare per essi.

Liste candidato sindaco Nicolas Lazzari

Rigenerare Thiene

A causa della crisi economica e della diminuzione di risorse disponibili, dovremo passare da un welfare assistenziale non più sostenibile ad un welfare che mette in circolo risorse, prestazioni e che chiede a chi ne beneficia un ritorno. Si tratta cioè di uscire dalla dipendenza assistenziale cercando di investire in salute, autonomia sociale di persone fragili e in nuove risposte sociali. Il nostro programma ha deciso di toccare tutte le categorie sociali: per le famiglie e i giovani si è pensato di creare il “Premio 1° Figlio” qualora uno dei due genitori sia residente a Thiene da almeno 5 anni così da incentivare i giovani ad avere figli in questo periodo storico di crisi economica. Inoltre pensiamo di supportare le famiglie con figli piccoli favorendo aperture prolungate di asili nido e scuole e potenziando i centri estivi; per gli anziani è previsto l’incremento delle iniziative tese alla valorizzazione della persona nel tessuto sociale, favorire l’invecchiamento attivo rivitalizzando spazi già esistenti in città per attività manuali, culturali, sportive e di intrattenimento, potenziare l’esperienza degli appartamenti protetti a bassa soglia assistenziale per anziani soli o in coppia, a basso costo, permettendo alla persona di continuare a vivere in casa e non in residenza protetta, infine organizzare il servizio bus-navetta dalle frazioni al centro garantendo loro la possibilità di fruire dei servizi presenti in città. Altra categoria molto importante nel nostro progetto è quella che concerne la sfera della disabilità: abbiamo previsto attuazione sistematica e completa su tutto il territorio del piano eliminazione barriere architettoniche (PEBA).

Liste candidato sindaco Attilio Schneck

Lega Nord-Liga Veneta

Partendo dalla considerazione che nel nostro Comune esiste un sistema di supporto per anziani e giovani sia dalla parte pubblica che da parte del volontariato adeguato sarà nostro impegno continuare a dare al volontariato locale, supporto tecnico, scientifico e giuridico per la completa e piena funzione sociale svolta. Maggior impiego di risorse per aumentare i servizi offerti e la possibilità di crescita di queste strutture.

Lista Schneck

Per i giovani, oltre alle politiche formative saranno sviluppati centri di aggregazione e protagonismo giovanile anche attraverso forme di sperimentazione e produzione artistica multidisciplinare. Le fasce over, che escono dalle attività lavorative, presentano le tre categorie principali: autosufficienza, semi-autosufficienza e non-autosufficienza. Sulle tre fasce le risposte sono modulate sul piano specifico con diverse tipologie di interventi in base alla situazione. In definitiva i bilanci comunali dovranno destinare più risorse a queste problematiche.

Veneti per l’Indipendenza

L’incidenza degli over 65 sulla popolazione è determinata da due principali fattori, di fronte ai quali un comune può fare ben poco. Il primo è la bassa natalità, causata da una politica nazionale scellerata che preferisce rigenerare le “nuove generazioni” mediante un’accoglienza massiccia e indiscriminata. La ripresa delle nascite avviene con aiuti economici statali a livello di stipendio lavorativo verso le coppie/famiglie che attendono un figlio. Una forte autonomia può aiutarci a metterci al riparo dagli sprechi statali per favorire le nascite. Il secondo fattore sono i giovani che fuggono all’estero e questo triste fenomeno è causa della politica italiana che, la storia lo testimonia, antepone sempre gli interessi alle soluzioni. La sola autonomia non può evitare questo: per questo noi diciamo “indipendenza unica via”.

Forza Italia

Non ho mai sopportato le frasi del tipo: “generazione di debosciati”, o “i ragazzi d’oggi non hanno voglia di fare niente”. Sono espressioni stupide e insopportabili. Io non sono più giovane, ma sono convinto che ogni generazione è migliore di quella precedente. Penso sia il motivo per cui siamo passati dalla clava all’ I-Phone. I ragazzi vanno solo lasciati liberi di esprimersi come meglio sanno. Spesso non riusciamo a comprendere il loro linguaggio e lo contrastiamo. Gli unici limiti sono quelli della buona educazione e del rispetto verso le persone e le cose. Detto questo, trovo assolutamente insufficienti gli spazi che il comune mette a disposizione. Mancano strutture poco costose e utili, come ad esempio una pista da skate-board, una zona a disposizione senza troppi vincoli per i concerti. A Thiene va il merito di saper organizzare eventi attorno a quella straordinaria struttura che è il Teatro, ma il dubbio che queste attività non siano sufficientemente supportate rimane. Un osservatorio speciale non fatto per i ragazzi ma assieme ai ragazzi sono sicuro porterebbe una ventata di aria nuova alla città.

Circa anziani e sociale, le risposte rischiano di essere banali. La storiella degli anziani che possono essere di aiuto e collaborare per il bene della città serve solo a ripulirsi la coscienza. Il fenomeno è molto più complesso. Molti anziani sono soli e lo sono in numero sempre maggiore. Pensare che la cena di Natale o l’ovetto di Pasqua possano dare loro conforto è sintomo di mediocrità e carenza di idee. Thiene ha certo la fortuna di avere delle strutture, ma tra pochi anni avremo un over 65 ogni 3 abitanti e pensare che l’esistente basti, è pericoloso. Le associazioni in questo senso avranno un compito fondamentale. Ed anche quelle andranno coordinate e veicolate su progetti concreti e fattibili. Ben venga la collaborazione dei più attivi e la loro preziosa disponibilità, ma rispettiamo anche chi vuole riposare e non dimentichiamo che anche il meritato riposo necessita di qualità. La solitudine o le difficoltà economiche non sono il giusto prezzo per una vita di lavoro.

 

Ascolta il Radiogiornale di oggi!