“Riforma” della polizia locale: quattro nuovi agenti a tutelare ordine e decoro urbano

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Non solo innovazione tecnologica con l’attivazione dei varchi elettronici, ma anche il potenziamento del personale del Consorzio di polizia locale Nord Est Vicentino. Sono questi le due colonne dell’investimento di quest’anno dell’amministrazione comunale di Thiene in tema di sicurezza. Lo conferma lo stesso sindaco Giovanni Casarotto. “La nostra attenzione su questo tema continua ed è costante, nell’ambito, vale la pena di sottolinearlo, delle nostre competenze e sempre a supporto delle forza dell’ordine, a cui spetta in primis il compito specifico di assicurare l’ordine, la lotta all’illegalità e la tutela della persona e dei beni dei cittadini. Per questo continueremo ad investire risorse e a promuovere progetti che coinvolgono anche i Comuni contermini ed allargati al mondo associativo”.

Ed è proprio sul fronte del personale che il piano sicurezza 2018 registra un’importante novità, grazie alla riorganizzazione del servizio svolto dagli agenti in base alle indicazioni date dall’amministrazione comunale e a nuovi investimenti per circa 30mila euro.

Il cuore della “riforma” riguarda la figura del vigile di quartiere che, dopo dieci anni di servizio, viene da quest’anno riformata e avrà un nuovo profilo operativo sul territorio. Il piano sicurezza del 2018 prevede infatti che il nucleo degli agenti di quartiere si evolva e diventi nucleo tutela ordine e decoro urbano, anche in adesione alla nuova normativa e in analogia a quanto già in atto in numerosi Comuni capoluoghi di provincia. Il suo compito sarà infatti tutelare ordine e decoro urbano. grazie a sei agenti, dei quali quattro neo-assunti, operativi all’interno della città; la loro azione sarà coordinata da un responsabile e la loro presenza sul territorio sarà più omogenea.

Gli ambiti operativi saranno concentrati in primis sulla prevenzione e contrasto di ogni condotta illecita, la salvaguardia dell’arredo urbano e delle aree verdi, la sorveglianza nelle aree scolastiche con la finalità della lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti. Vigileranno insomma da oggi sul rispetto sia delle leggi dello Stato che dei regolamenti comunali, nonché, ovviamente, del Codice della Strada in ambito urbano  (non è attrezzato infatti per il controllo nelle strade di collegamento). L’attività d’ufficio di questi sei agenti sarà ridotta al minimo, alla pura rendicontazione dell’attività operativa sul territorio e a poco altro, proprio per assicurare presenza e servizio sul territorio.

L’altro versante su cui l’amministrazione Casarotto ha investito per la sicurezza è quello relativo al  potenziamento tecnologico della strumentazione di controllo. La punta di diamante del piano è l’attivazione – la notizia è dei giorni scorsi – della rete di varchi elettronici, sistema automatizzato di lettura, riconoscimento e notifica delle targhe dei veicoli per il controllo degli accessi all’interno di un anello di sensori, per vigilare sul flusso veicolare e in grado di indicare anche nelle ore notturne modello, forma e colore delle auto, in sinergia con i Comuni di  Sarcedo, Zanè e Zugliano da parte delle Forze dell’Ordine. Per l’ultimazione del progetto anche il 2018 vedrà ulteriori investimenti del Comune di Thiene per circa 15mila euro.

In arrivo ci sono poi dieci nuove telecamere di ultima generazione, a cui sono stai destinati 40mila euro. A fine 2017 erano 81. Infine, Non poteva mancare, infine, la promozione di una sinergia con le associazioni di settore per consolidare le sinergie attivate finora e promuoverne di altre per accrescere il presidio del territorio.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!