Velo dAstico e Salcedo piangono Elena Marzaro. Una famiglia segnata dai lutti

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

In tanti stamattina sui social ricordano Elena “Mukky” (come si firmava lei su Facebook) Marzaro, la 43enne di Salcedo morta ieri pomeriggio sul passante di Mestre a Preganziol in un violento tamponamento che ha causato anche due feriti. Tutti la ricordano come una donna sorridente e piena di vita.

Nata a Marostica ma originaria di Salcedo, dove risiede tuttora la famiglia, Elena Marzaro viveva da alcuni anni a Velo d’Astico con il compagno Roberto Bertagnoli, che ieri era alla guida dell’auto che si schiantata addosso a un tir. Roberto è rimasto miracolosamente illeso, mentre invece ha riportato gravi ferite l’amica dei due che era seduta sul sedile posteriore. La coppia infatti viaggiava in compagnia di un’amica di 39 anni di Camposampiero, F.S., e stava rientrando dalla Croazia dopo alcuni giorni di vacanza. E proprio il trasparente mare della Croazia, meta preferita delle vacanze di Roberto ed Elena, è lo sfondo delle ultime foto pubblicate sui social dalla donna nei giorni scorsi.

Una vacanza finita drammaticamente in autostrada fra le lamiere. La morte di Elena è stata immediata, troppo violento il tamponamento con il tir che li precedeva. I vigili del fuoco hanno lavorato a lungo per estrarre i feriti dall’abitacolo della SsanYong incastrato nella parte posteriore del mezzo pesante. Illeso ma sotto choc Roberto Bertagnoli. La procura di Treviso ha aperto un’inchiesta per omicidio stradale.

Geometra 65enne, ispettore di polizia in pensione, Bertagnoli è un amministratore condominiale con attività a Piovene Rocchette ed è molto conosciuto nell’Alto Vicentino. Elena collaborava con lui e gestiva anche un’attività nel settore del giardinaggio con la sorella. In passato la donna aveva fatto parte di alcune squadre di calcetto a 5 femminile dell’Alto Vicentino, ricoprendo poi anche il ruolo di dirigente. Tante le amiche ed ex compagne che  le hanno dedicato un pensiero sui social, ricordando in particolare la sua irresistibile gioia di vivere e la sua allegria contagiosa. A Salcedo la piangono i parenti e in particolare la sorella gemella Orietta insieme alla nipotina di due anni e mezzo, a cui Elena era legatissima. Una famiglia provata dai lutti, quella dei Marzaro: il giorno di Natale 2012 era morto per una crisi respiratoria il figlio di Orietta – e nipote di Elena – Simone Pili, di 6 anni. Neanche tre anni e mezzo dopo, nel maggio 2016, era mancato a soli 56 anni il marito di Orietta, Salvatore “Billy”, inserviente all’ospedale di Santorso. Tragedie che Orietta aveva affrontato grazie proprio alla sorella gemella, una vera roccia e fonte di vita. Ora la sua morte mette Orietta davanti ad un’altra prova durissima: si dovrà aggrappare con tutte le sue forze alla piccola Annarita per superare questo nuovo dolorosissimo lutto, con l’aiuto che gli amici e i parenti non le faranno mancare.