Nonna e nipotina intossicate dal monossido in contrada Cengiati

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Una nonna di 90 anni e la sua nipotina sono state portate in ospedale stamattina con i sintomi da intossicazione da monossido di carbonio.

L’allarme al Suem 118 è scattato intorno alle 11 in contrada Cengiati a Valdagno. A dare l’allarme i genitori della bambina, che si trovavano con l’altra figlia piccola al piano terra (nonna e nipotina erano in un’altro piano) e che non hanno accusato nessuno malore.

Sul posto è intervenuta un’ambulanza che ha portato l’anziana e la piccola in ospedale. E’ stato proprio il suem ad allertate i vigili del  fuoco, che sono intervenuti per verificare una stufa. La squadra dei pompieri, intervenuta da Schio, ha verificato il sistema di riscaldamento utilizzato nell’abitazione, che potrebbe essere la causa del malessere della novantenne e della nipotina.

Le operazioni di controllo dei vigili del fuoco sono terminate dopo circa due ore. Alla famiglia è stato vietato di usare la stufa fino a un controllo, da parte di tecnici qualificati, della conduttura e del camino da cui escono i fumi, così come del sistema di riscaldamento ad aria.

 

Ascolta il Radiogiornale di oggi!