Spacciatore di vent’anni beccato con marijuana, ecstasy e allucinogeni: arrestato

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Quell’auto ferma nello spiazzo con tre giovani a bordo a tarda ora, ha insospettito i carabinieri di Recoaro. Un intuito azzeccato, visto che uno dei tre giovani a bordo custodiva nello zainetto un repertorio di droghe – dalla marijuana all’lsd e all’ecstasy – da far invidia ai pusher più attrezzati. Per questo il giovane, un ventenne incensurato residente nella Valle dell’Agno, è stato arrestato.

Le manette attorno ai polsi di G.A. sono scattate ieri sera tardi in via Villanova di Recoaro. La pattuglia, impegnata in un servizio di contrasto al consumo di droga, insospettita dall’auto ferma sul ciglio stradale in uno spiazzo e all’interno c’erano tre giovani che stavano fumando, si è fermata per un controllo. Appena aperto il finestrino, è arrivato alle narici dei militari l’inconfondibile aroma della marijuana.

E’ scattata quindi una perquisizione sia sulle persone a bordo che sul veicolo: lo zainetto, appartenente all’arrestato, è stato trovato praticamente subito. All’interno c’erano una cinquantina di grammi di marijuana, già suddivisa in dosi pronte per la vendita, ma anche alcuni “francobolli” di Lsd, potente e pericoloso allucinogeno, e tre dosi di Mdma, la droga sintetica chiamata anche ecstasy, per lo più diffusa nelle discoteche e nei rave party.

Di fronte al quantitativo e alla tipologia eterogenea del materiale rinvenuto, i militari hanno proseguito la ricerca di altro stupefacente nell’abitazione del giovane, trovando, oltre a quasi 1.500 euro, che i carabinieri ritengono provento dello spaccio, e altra droga. Il ventenne complessivamente possedeva 240 grammi di marijuana, riposta all’interno di alcuni vasetti in vetro affinché preservasse le sue caratteristiche, 50 “francobolli” di Lsd, 3 grammi di Mdma e un bilancino di precisione.

Il materiale e il denaro sono stati sequestrati, mentre G.A. è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Il giovane è stato poi accompagnato nella sua abitazione, dove si trova agli arresti domiciliari in attesa che venga fissata l’udienza di convalida, come disposto dal Pubblico Ministero.

I due giovani che si trovavano in sua compagnia – un 22 enne che in tasca aveva, a sua volta, un grammo e mezzo di marijuana e il suo amico di 21 anni, anche loro residenti nella vallata – sono stati segnalati, quali assuntori di droga, alla Prefettura di Vicenza.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!