Autonomia, Donazzan: “Voto storico per risolvere la questione settentrionale”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'Assessore regionale Elena Donazzan

“Il voto di ieri è stato storico perché i veneti hanno potuto esprimersi alle urne in modo universale. Questo è stato possibile perché nel 2014 noi de Il Popolo della Libertà-Forza Italia facemmo approvare una legge in Consiglio regionale per l’indizione del referendum sul quesito della autonomia. Tenemmo duro contro le sirene indipendentiste e i fatti oggi ci hanno dato ragione. Grazie a quella nostra nostra legge, che superò altresì l’impugnazione dinanzi alla Corte Costituzionale, oggi parliamo giustamente di una giornata storica per l’Italia intera”. Af affermarlo è Elena Donazzan, a commento del Referendum sull’autonomia di ieri.

L’esponente di Forza Italia, ricorda che nel disegno di legge per l’autonomia del Veneto, approvato oggi dalla Giunta Regionale,  è prevista l’attuazione della autonomia per 23 competenze, tra cui spiccano quelle dei suoi referati come assessore regionale, ossia l’istruzione, la tutela e sicurezza del lavoro, la previdenza complementare e il raccordo con il sistema universitario regionale, “materie strategiche per lo sviluppo economico e sociale del nostro Veneto” afferma. “Pensiamo a cosa potremmo fare con maggiore autonomia, visto che già oggi, grazie alla dinamicità sociale e al buon governo della Regione, otteniamo grandi risultati!”. Donazzan ha ricordato quindi che c’è l’impegno di Forza Italia alla Camera per lavorare per maggiori margini di autonomia e che questo “sarà parte del programma di governo del centrodestra e dell’asse Forza Italia-Lega Nord. C’è una questione settentrionale che non può più essere ignorata ed è per questo che come PdL-Forza Italia ritenemmo di prevedere una consultazione per l’autonomia”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!