Campo Marzo, emanati i primi quattro Daspo urbani

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Carabinieri in Campo Marzo

Primi provvedimenti a seguito dell’ordinanza del Prefetto di Vicenza, che ha attivato la possibilità di Daspo urbano da alcune zone “calde” di Vicenza come Campo Marzo, dove lo spaccio di droghe avviene alla luce del sole.

I carabinieri della sezione operativa della compagnia di Vicenza, insieme a quelli della stazione e con il supporto di personale della Compagnia di Intervento Operativo del 4° Battaglione Carabinieri “Veneto” di Mestre, nel pomeriggio nel corso di un servizio di controllo a Campo Marzo – che aveva come sempre lo scopo di contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti e prevenire i reati contro il patrimonio – ha controllato e poi denunciato quattro persone, rispettivamente un uomo ed una donna di nazionalità italiana, uno slovacco e un rumeno, per violazione dell’ordinanza prefettizia che fa divieto di stazionamento in Campo Marzo e nelle zone limitrofe a chi nell’area si è in precedenza reso responsabile di reati legati allo spaccio di droga reati contro la persona e danneggiamenti, divieto esteso anche ai loro accompagnatori.

In particolare, nel corso dei controlli, i militari dell’Arma hanno accertato che uno degli indagati, un 45enne residente a Zovencedo, in passato era già stato denunciato, mentre gli altri tre sono stati trovati in sua compagnia. I controlli nell’area in questione proseguiranno anche nei prossimi giorni.