Crollo di Genova, il saluto commosso a Vincenzo Licata sulle note della sua banda

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Sullo sfondo il viadotto crollato, nel riquadro la vittima residente a Vicenza

Vicenza ha salutato stamane per l’ultima volta con commozione Vincenzo Licata, l’autotrasportatore 58enne agrigentino – ma vicentino d’adozione – morto nel crollo del ponte Morandi sull’A10 a Genova il 14 agosto. Come sempre stava consegnando dei materiali fra Cuneo, Livorno e Genova.

La famiglia sabato aveva partecipato ai funerali di Stato nella fiera di Genova. La moglie Filomena, i figli Stefano e Laura erano stati confortati anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La salma dopo la celebrazione era partita alla volta di Vicenza, dove stamane nella chiesa della parrocchia di Santa Bertilla si è svolta una seconda celebrazione. Era presente anche il sindaco di Vicenza Francesco Rucco. Ad accompagnare la commossa cerimonia, la banda “Note di allegria” di Dueville, di cui Licata era stato uno dei fondatori.

La bara è poi partita per Grotte, in provincia di Agrigento, dove avverrà la tumulazione nella tomba di famiglia. Lì il sindaco ha proclamato il lutto cittadino.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!