Coltivava vicino a casa quaranta piante di marjiuana: denunciato un 45enne

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

La coltivazione stava andando bene, le piante stavano maturando, altre erano già state essiccate. La produzione di marijuana stava procedendo senza intoppi, fino a che alcune persone non l’hanno segnalata ai carabinieri, che hanno stroncato l’attività illecita di un 45enne di Gambugliano.

Nella tarda mattinata di ieri, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Valdagno, con gli agenti del comando di polizia locale dell’Unione dei Comuni di Caldogno e Costabissara distretto Vicenza 1C, al termine di una breve attività investigativa, hanno denunciato in stato di libertà un 45enne di Gambugliano (S. G. sono le iniziali del nome), che aveva costituito una vera e propria attività di coltivazione di marijuana in un terreno di pertinenza della propria abitazione.

Alcuni giorni fa i militari avevano ricevuto alcune segnalazioni da parte della cittadini circa una coltivazione sospetta che si vedeva sul retro dell’abitazione dell’uomo, percorrendo una strada secondaria. Si è così deciso di unire le forze per svolgere alcuni servizi di osservazione dedicati, constatando la veridicità di quanto appreso confidenzialmente, per poi pianificare una perquisizione che è stata eseguita ieri. Dopo l’accesso al fabbricato, carabinieri e vigili si sono subito resi conto che, all’interno di tre distinti appezzamenti di terreno di pertinenza, c’erano in tutto quaranta piante di canapa indiana, di varie dimensioni e in avanzato stadio di maturazione. La perquisizione, estesa anche all’abitazione, ha consentito di rinvenire ulteriori 100 grammi di marijuana già essiccata e pronta per essere ceduta o consumata, un bilancino di precisione, tutta l’attrezzatura per allestire anche una eventuale serra al coperto, e materiale necessario alla coltivazione, oltre a documenti ritenuti utili a dimostrare la verosimile cessione dello stupefacente a terzi.

Il 45enne è stato denunciato in stato di libertà per il reato di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, mentre tutto il materiale è stato sequestrato e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria. Secondo i carabinieri, l’operazione ha inferto un deciso colpo alla diffusione di marijuana nell’area di Gambugliano e dei Comuni vicini, nonché fornito un deciso segnale dell’attenzione che le forze dell’ordine dedicano al contrasto del commercio illecito delle sostanze stupefacente e alla loro diffusione tra i giovani.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!