Gran finale per Van Gogh: spettacoli in piazza, apertura serale e il film al cinema

Saranno due giorni di musica e spettacoli ad accompagnare la chiusura della mostra “Van Gogh. Tra il grano e il cielo” in Basilica Palladiana a VicenzaSabato 7 e domenica 8 aprile infatti è prevista una grande manifestazione di artisti di strada, per offrire, come afferma il vicesindaco Bulgarini d’Elci “un ricordo indelebile della nostra città”.

Il Comune di Vicenza, in collaborazione con la Fondazione Teatro Comunale, offrirà infatti ai visitatori e ai cittadini due giorni di musica e spettacoli di strada, con l’esibizione di musicisti, giocolieri, mimi e teatranti. “Nei due giorni in cui chiude la mostra dedicata a Van Gogh, salutata da uno straordinario successo di pubblico e che ne fa di gran lunga l’esposizione record nella storia della nostra città – annuncia il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci – vogliamo accogliere nel modo più festoso possibile le migliaia di visitatori che affolleranno il centro storico. Un vero e proprio esercito di musicisti, performer e giocolieri, pacifico colorato e irresistibile, si alternerà sabato e  domenica senza interruzione nella piazza principale, riversandosi poi in altri luoghi del centro. Sarà una festa per tutta la città, e offrirà ai turisti un ricordo indelebile di Vicenza come città viva e vivace, invogliandoli a tornare a trovarci!”.

Sabato 7 dalle 10 alle 23 e domenica 8 aprile dalle 10 alle 20 quaranta musicisti si esibiranno in piazza dei Signori e numerosi artisti animeranno piazza Matteotti, corso Palladio e le altre vie del centro. Tutte le proposte sono curate dall’associazione culturale Babc e gli spettacoli sono gratuiti. Sarà gradita un’offerta libera o l’acquisto dei dischi degli artisti per sostenere la loro attività. In caso di pioggia i concerti si svolgeranno sotto i portici del centro storico.

Inoltre, i due giorni saranno caratterizzati anche dall’iniziativa Welcome to Vicenza, cornice ideale per chiudere in bellezza la mostra: i ristoratori e i titolari di bar del centro storico offriranno, a chi è in fila per ammirare i capolavori del maestro olandese, il sabato la colazione, il pranzo e la cena; la domenica, ultimo giorno dell’esposizione, la colazione e il pranzo. L’iniziativa è coordinata da Confcommercio Vicenza.

La mostra sarà aperta anche alla sera e a biglietti dal costo agevolati: fino a venerdì 6 aprile apertura dalle 9 alle 22,  sabato 7 aprile dalle 9 del mattino alle 3 della notte e infine domenica 8 aprile, ultimo giorno di apertura, dalle 8 alle 21 (Info e prenotazioni su Linea d’ombra).

Da lunedì 9 a mercoledì 11 aprile, infine, in 330 sale cinematografiche di tutta Italia sarà possibile vedere il film tanto atteso Van Gogh. Tra il grano e il cielo

Ecco il programma dettagliato degli eventi previsti in centro a Vicenza per il gran finale della mostra.

Sabato 7 aprile, in piazza dei Signori

La festa si apre alle 10 (fino alle 10.30 e in replica dalle 15.30 alle 16) in piazza dei Signori con Just married, la storia di due clown (The Squasciò) alle prese con uno dei momenti più importanti della vita, la proposta di matrimonio.

Alle 10.30 (fino alle 12.30) arriverà il Gypsy trio composto da Michele Pontedera (chitarra solista), Carlo Stupiggia (chitarra ritmica) e Ivan Valvassori (contrabbasso) che proporrà swing di inizio secolo, rumba, bossanova, waltz, bolero dei nostri giorni.

Alle 12 (fino alle 12.30) numeri di cartomagia, ipnosi con conigli di pezza e guida bendata di bicicletta saranno solo alcuni degli ingredienti di “Che figura di M…magia!”, The stupid street show & co: un eccentrico prestigiatore tenterà di imitare i grandi maghi, da Houdini a Silvan, a Binarelli.

La street band vicentina “Stellari”, già band ufficiale del Carnevale di Venezia, proporrà un repertorio arrangiato per fiati e batteria, dalle 12.30 alle 14 (Sergio Gonzo-tromba, Luca Moresco-trombone, Edoardo Brunello-sax alto, Antonio Gallucci-sax tenore, Glauco Benedetti-tuba, Marco Soldà-batteria).

Alle 14 (fino alle 15.30) Bibi milanese & friends – Bibi milanese (voce), Pietro Mirabassi (sax), Nicolò Masetto (contrabbasso), Matteo Bortolussi (batteria) porteranno in piazza dei Signori la spumeggiante ironia della musica jazz e il ritmo dello swing.

Dopo la replica dello spettacolo Just married, alle 16 (fino alle 18) si potrà ascoltare il duo Swing job con Federico Zaltron al violino e Nivolò Apolloni alla chitarra con un repertorio di brani standard della tradizione americana degli anni ‘10, ‘20, ‘30 e composizioni del celebre chitarrista franco-belga Django Reinhardt.

Dalle 18 alle 18.30 i clown con il loro velocipede coinvolgeranno il pubblico in un grande “Olè!”.

Alle 18.30 (fino alle 20) la band Vicenza brass composta da Michele Zulian, Filippo Munari, Giovanni Zuin e Daniele Stillavati proporranno una vasto repertorio che va dalla musica antica alla più accattivante musica da film.

A chiudere la serata nella suggestiva piazza dei Signori arriva la musica klezmer (dalle 21 alle 23). Il repertorio dei Minimal klezmer (Francesco Socal – clarinetto e voce; Roberto Durante – pianoforte, metallofono, fisarmonica, oggetti; Pietro Pontini – violino; Enrico Milani – violoncello), dal background classico unito ad una naturale sperimentazione e ad una fatale passione per il genere musicale da cui prendono il nome, include brani di origine est-europea che, pur rispettando la parte sacra e meditativa di questa musica, valorizzano l’ironia, l’improvvisazione, il cabaret e la danza.

Domenica 8 aprile, in piazza dei Signori

Anche domenica 8 aprile la giornata di festa si aprirà alle 10 in piazza dei Signori dove fino alle 12 Giovanni Clemente, musicista vicentino, proporrà composizioni originali dedicate all’hang drum, strumento nato in Svizzera nel 2000.

Alle 12 il trio Morris & The magicals (Moris Pinzio – voce; Primo Fava – chitarra; Lorenzo Pignattari – contrabbasso) rivisiterà i classici della canzone d’autore italiana e condurrà in un viaggio attraverso la musica popolare latinomericana, hiddish, siciliana, napoletana, con incursioni nello swing anni ‘50 e nel rockabilly.

Blues, ragtime e calypso arriveranno in piazza dei Signori con The hot teapots dalle 14 alle 16.

E’ adatto per bambini e famiglie lo spettacolo di Diego Bassignana che coinvolgerà dalle 16 alle 18 il pubblico con improvvisazioni e ritratti musicali estemporanei ispirati agli spettatori.

Infine a concludere la due giorni di eventi arriverà in piazza il DNA Irish trio con Dario Dalla Valle, voce, chitarra, bouzouki, armonica, Nicola Dal Lago, bodhran, voce, cajon e Andrea Zarantonello, voce, violino, mandolino. Dalle 18 alle 20 si potrà ascoltare la musica della tradizione irlandese basata sul craic, la forza trascinante e comunicativa del divertimento. Ritmi e strumenti tradizionali saranno presentati con spirito goliardico e frizzante.

Domenica 8 aprile, nelle altre piazze e vie del centro storico

Domenica 8 aprile gli artisti che si esibiranno in piazza dei Signori proporranno i loro spettacoli anche in altri luoghi del centro storico.

I clow di Olè saranno in piazza Matteotti dalle 11.30 alle 12 e dalle 16.30 alle 17.30 in corso Palladio all’incrocio con contra’ Santa Barbara.

The stupid street show & co animerà corso Palladio, all’incrocio con contra’ Santa Barbara dalle 12 alle 12.30, e piazza Mattoetti dalle 17.15 alle 17.45

Dalle 16 alle 16.30 e dalle 18 alle 18.30 toccherà a Just married in piazza Matteotti.

Infine Bolle girovaghe, le bolle di sapone itineranti, saranno in corso Palladio dalle 15.30 alle 15.50, dalle 16 alle 16.50, dalle 17.30 alle 17.50.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!