Maltempo, riaperte alcune strade. Poche ormai le utenze senza energia elettrica

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il Centro d'emergenza allestito in prefettura a Vicenza

Sono ancora all’opera, nell’Alto vicentino e nell’Altopiano dei Sette Comuni, le squadre
della Protezione Civile in collegamento con la Sala Operativa istituita dalla Prefettura di Vicenza per l’emergenza maltempo. Terna ed Enel stanno continuando a lavorare per garantire l’alimentazione dell’energia elettrica interrotta per le intense perturbazioni atmosferiche e per le forti raffiche di vento abbattutesi nella tarda serata di lunedì.

La buona notizia è che sono in fase di risoluzione tutte le situazioni registrate a seguito del maltempo dei giorni scorsi per l’interruzione dell’energia elettrica, in diversi comuni della
provincia, tra l’Alto vicentino e l’Altopiano dei Sette Comuni. Continua infatti l’intenso lavoro delle squadre dell’Enel per riuscite ad arrivare, nella giornata odierna, alla normalizzazione della situazione ed al ripristino delle ultime utenze ancora disattivate.

Per quanto riguarda la circolazione viaria, la Prefettura e la Provincia informano che rimangono ancora chiuse le seguenti arterie viarie, a causa della caduta di alberi o dello smottamento del terreno: Sp81, da Posina, in località Griso; Sp350, da Lastebasse alla località Carbonare sul territorio trentino; Sp64 Fiorentini, in località Malga Melegnon (l’apertura è consentita per i soli mezzi di soccorso ); Sp73 Valvecchia, da Valstagna a Foza (è aperta anche qui per i soli mezzi di soccorso); Sp85, a Pedemonte, in località Carotte al Km 2+800.

Rimangono, invece, aperte al traffico le altre strade prima chiuse, ossia: la Sp84 Valdastico, in località San Pietro; la Sp349, in località Camporovere, nel Comune di Asiago; la Sp46, in località S. Antonio del Pasubio fino a Pian delle Fugazze; la Sp11 a Torri di Quartesolo per la chiusura del ponte cosiddetto “palladiano” sul Tesina.

La Sala Operativa di protezione civile rimarrà attiva fino alle 24 di oggi 1 novembre, salvo eventuali sopraggiunte criticità, e riaprirà domani mattina alle 8. Verrà, comunque sempre assicurata la reperibilità del funzionario di turno, tramite il centralino della Prefettura, al numero 0444/338411.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!