Rubano la cassaforte dal Patronato: minorenni beccati grazie alle telecamere

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Si sono intrufolati all’interno del Patronato Leone XIII e hanno rubato una cassaforte. Protagonisti, due minorenni che però non sono riusciti a farla franca: ripresi dalle telecamere a volto scoperto, sono stati individuati dalla polizia e denunciati per furto aggravato in concorso.

I protagonisti del blitz sono un 16enne e un 17enne vicentini. Nella notte fra sabato e domenica dopo aver divelto una finestra si sono intrufolati nella struttura, facendo però scattare l’allarme e quindi l’allerta al 113. Sono quindi saliti al primo piano, rovistando in tutte le stanze: nell’ufficio del direttore hanno individuato la cassaforte nascosta dentro a un mobile pensile: lo hanno divelto, distrutto e grazie ad alcuni attrezzi in supervelocità sono riusciti a sottrarre la cassaforte.

Le telecamere presenti al Patronato hanno però ripreso la coppia, consentendo agli agenti delle volanti di riconoscere uno dei due ladri, già conosciuto dalle forze di polizia. Così già domenica mattina i poliziotti hanno così bussato a casa del giovane, un diciassettenne.

Ad aprire la porta, la madre, che ha spiegato agli agenti come il figlio stesse dormendo, dato che era rientrato all’alba. Svegliato e messo di fronte alle sue responsabilità, il ragazzo ha portato gli agenti nel sottoscala del palazzo, dove è stata rinvenuta la cassaforte ancora integra e con dentro 2000 euro. Beccato anche il complice: stava dormendo sul divano dell’amico, è un 16enne sempre vicentino.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!