Primo Maggio alla Fattoria PomoDoro: i sindacati ricordano chi muore di lavoro

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Cgil Cisl e Uil nazionali hanno deciso di dedicare la Festa del Lavoro di quest’anno a tutte le persone che hanno lasciato la loro vita nei luoghi di lavoro, vite rubate alle persone, alle loro famiglie ed alle comunità di appartenenza. “Non possiamo dimenticare le circa mille vittime all’anno di questa strage silenziosa e di questa profonda ingiustizia sociale che colpisce il nostro paese, e per questo Cgil Cisl Uil hanno deciso di mettere al centro questa tragedia nella manifestazione nazionale che si svolgerà domani a Prato” affermano i tre segretari confederali vicentini: Raffaele Consiglio della Cisl, Grazie Chisin della Uil, Giampaolo Zanni della Cgil.

A Vicenza la triplice sarà in una struttura che unisce sociale e lavoro, come già avvenuto nel 2016 (alla Fattoria Sociale Massignan di Brendola) e nel 2017 (all’Oasi Rossi di Santorso). Il Primo Maggio infatti sarà celebrato quest’anno alla fattoria PomoDoro di Bolzano Vicentino, “una realtà cooperativa del territorio che cerca di coniugare lavoro e persone, lavoro e relazioni, lavoro e ambiente, per far conoscere queste realtà positive e testimoniare il valore di questo cercare di tenere assieme il lavoro ed altre dimensioni fondamentali della vita e della realtà” spiegano i segretari provinciali.

Alle 17 è previsto un intervento dei tre sindacati proprio sul tema della sicurezza nel lavoro e degli infortuni sul lavoro, a seguire un momento di festa con musica e possibilità di cenare assieme.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!