Sfreccia fuori dall’A4 e s’incastra sotto un tubo di gas metano. Illeso il conducente

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Il fatto che il conducente della Passat sia uscito illeso dall’incidente è una notizia straordinaria. Spesso si parla e si scrive a vanvera di automobilisti “miracolati” ma stavolta l’aggettivo calza a pennello: basta osservare le immagini. Ieri sera intorno alle 20, tra i caselli di Vicenza Est e Grisignano in direzione Venezia, una Volkswagen è uscita di autostrada infilandosi in un varco nel guard rail, scivolando sopra un fossato ricoperto di cemento e incastrandosi sotto un condotto di gas metano ad alta pressione. Questione di centimetri: solo un colpo di fortuna ha permesso di sfiorare la tragedia.

Dopo aver perso il controllo del veicolo, il conducente non ha potuto evitare la sbandata sulla carreggiata esterna. Il caso ha voluto che s’infilasse proprio in un pertugio tra le barriere, volando sul fossato “tombinato” e proseguendo così la marcia per una cinquantina di metri. Una corsa incontrollabile conclusasi sulla roggia e sotto un grosso tubo di distribuzione del metano ad alta pressione.

Intervento durato complessivamente oltre tre ore e di non semplice interpretazione quello messo in atto dai vigili del fuoco di Vicenza, che hanno dovuto innanzitutto mettere in sicurezza l’area intorno al metanodotto e verificare l’assenza di fuoriuscite. Dopo un primo riscontro positivo e i soccorsi all’uuomo al volante che in verità ne usciva incolume, si è proceduto a ulteriore verifica con i tecnici della rete gas, per poi rimuovere in sicurezza l’auto. Sul posto dell’incidente da carambola anche la polizia stradale e gli operatori dell’autostrada.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!