Terroristi sequestrano un autobus alla Caserma Ederle, arrestati: ma è un’esercitazione (VIDEO)

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un momento dell'esercitazione alla Ederle

Due terroristi si nascondono nel vano portabagagli di un autobus e riescono a penetrare nella caserma americana Ederle di Vicenza. Quando sono dentro, sequestrano tutti i passeggeri minacciandoli con il mitra: dopo un tentativo di negoziazione intervengono i reparti speciali dei carabinieri (vedi il video), le Aliquote Primo Intervento, e li bloccano. E’ successo stamattina nella base militare Usa di Vicenza, e fortunatamente si trattava solo di un’esercitazione. Quella che si è svolta è la simulazione annuale di risposta e coordinamento alle emergenze di protezione civile e antiterrorismo “Lion Response 2017” organizzata dal comando U.S. Army Garrison Italy di Vicenza e dal iomando italiano dell’installazione.

Scopo dell’esercitazione era quello di verificare le capacità di coordinamento e di collaborazione tra il personale militare italiano dei carabinieri della Setaf, il personale del comando Usag Italy, organi istituzionali italiani, agenzie e forze di sicurezza e soccorso italiani. L’esercitazione ha appunto avuto come scenario un attacco terroristico con il sequestro di un bus navetta con passeggeri statunitensi. Dopo la prima risposta dei carabinieri Setaf e della Military Police, la simulazione ha visto entrare in azione reparti speciali e nuclei tiratori scelti dell’Arma e, alla fine, un intervento di squadre di infermieri e medici specializzati dell’ospedale San Bortolo, il Nucleo Intervento Sanitario Speciale (Niss) del 118. Da quest’anno sono state coinvolte per la prima volta le Aliquote Primo Intervento (Api) dei Carabinieri. Si tratta di nuove unità, assegnate a livello provinciale e specificatamente addestrate per attacchi terroristici o situazioni che richiedono una risposta di medio-alta complessità. La simulazione si è conclusa positivamente, senza incidenti di nessun tipo.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!