170 km in 5 giorni: l’adunata degli alpini a Trento si raggiunge a piedi

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Foto di repertorio

170 chilometri, da percorrere a piedi in cinque giorni da Montecchio Maggiore a Trento, sede dell’Adunata 2018 degli Alpini. È questa l’impresa che stanno affrontando 12 alpini di varia provenienza (tra cui due proprio di Montecchio Maggiore), su iniziativa del Gruppo Podisti della sezione di Valdagno.

La partenza è avvenuta lunedì mattina alle 8 dalla sede del gruppo di Montecchio Maggiore, in via S. Pio X. Alle 8,30 gli Alpini hanno sostato davanti al monumento in piazza Marconi per rendere omaggio ai caduti di tutte le guerre: sono stati raggiunti dagli studenti della scuola media Anna Frank, della primaria Manzoni e della scuola dell’infanzia Dolcetta, che hanno intonato alcune canzoni in onore delle penne nere. Successivamente, in via Veneto, hanno incontrato gli studenti dell’istituto superiore Ceccato, della primaria S. Francesco e dell’infanzia Rodari: anche qui saluti, alzabandiera, la lettura di alcuni brani e l’esecuzione di alcune canzoni.

Da lì gli alpini hanno proseguito la loro marcia per raggiungere la meta della prima tappa: località Mucchione a Valdagno. La seconda tappa termina a Posina, mentre la terza si concluderà a Passo Coe e la quarta a Vigolo Vattaro. Infine, l’ultima tappa li condurrà a Trento, dove domani inizia l’Adunata 2018.

Per il Gruppo podisti della sezione Ana di Valdagno si tratta dell’undicesima adunata raggiunta a piedi, per un totale di circa duemila chilometri percorsi contando solo sulle proprie gambe e sull’inesauribile spirito alpino. “Auguriamo una buona avventura a questi temerari Alpini – ha affermato il sindaco Milena Cecchetto – che incarnano perfettamente il carattere forte e tenace di tutte le penne nere. Tutta la città di Montecchio Maggiore sarà idealmente al loro fianco in questa loro straordinaria impresa”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!