Scontro in A4, morta una delle due donne coinvolte nel tamponamento con Paolini

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'ospedale di Borgo Trento, dove era ricoverata Alessandra Lighezzolo

Morte cerebrale per Alessandra Lighezzolo, una delle due vicentine coinvolte nell’incidente di martedì scorso con l’attore Marco Paolini. La donna era stata ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale Borgo Trento di Verona. La triste notizia è giunta nella tarda mattinata ad Arzignano, la città dell’Ovest Vicentino dove la donna, di 53 anni, era molto conosciuta. Lighezzolo gestiva il negozio di abbigliamento per l’infanzia Pxl in corso Garibaldi. La donna lascia il marito e due figli.

Il tamponamento fra auto è avvenuto nell’autostrada A4 poco dopo le 16.30 di martedì, fra i territori comunali di San Martino Buonalbergo e San Giovanni Lupatoto. Paolini era al volante di una Volvo finita contro la Fiat 500 con a bordo le due vicentine. L’utilitaria è andata fuori strada, volando nella tangenziale adiacente. I vigili del fuoco hanno estratto le due donne dalle lamiere, dopodiché sono state ricoverate d’urgenza al Borgo Trento in gravi condizioni. Il traffico è rimasto paralizzato in direzione Verona per due ore. L’altra donna coinvolta non sarebbe in pericolo di vita.

“E’ colpa mia, mi sono distratto e ho colpito l’auto” avrebbe detto l’attore bellunese, interrogato dalla polizia stradale di Verona. L’attore inizialmente è stato indagato per lesioni gravissime. “Sono sconvolto, mi dispiace molto soprattutto perché so di aver provocato molto dolore” ha dichiarato Paolini a “L’Arena”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!