Attraversa la statale con la bici a mano e viene travolta da un camion: morta 64enne

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un'ambulanza del Suem 118 (foto archivio)

Una barista di Rosà di 64 anni, Maria Rosella Borso, titolare del noto esercizio “Civico 130“, è morta ieri sulla statale 47, travolta e uccisa da un camion austriaco che viaggiava diretto verso Cittadella.

L’incidente mortale è avvenuto intorno alle 17.30 in via Capitano Alessio, all’altezza dell’incrocio con via dei Bersaglieri. La donna, secondo le testimonianze raccolte dalla polizia locale Nord Est Vicentino, era andata a prendere un gelato al nipotino e non aveva documenti con sé, in quanto abitava poco lontano. Scesa dalla sua bici, la stava accompagnando a mano e ha attraversato, forse con qualche incertezza dovuta al traffico intenso, poco lontano dalle strisce pedonali. Il camionista non l’avrebbe vista, centrandola in pieno: Maria Rosella Borso è morta sul colpo.

La dinamica precisa è al vaglio della polizia locale. La procura ha disposto il sequestro di entrambi i mezzi. Per il camionista è scattata l’accusa di omicidio stradale.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!