Le ricette della tradizione di Amedeo Sandri: Salata de patate

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

La patata, in periodi di carestie e di grandi guerre, ha salvato intere popolazioni dalla fame e dalla morte. Non vi è menù in cui essa non figuri. Con la patata si può fare di tutto, dalla minestra al dolce, ma noi Vicentini la usiamo soprattutto da metar su in tecia e per fare minestre e minestroni. Un’altra preparazione molto amata è appunto la salata de patate, cosa assai semplice e rapida da farsi e che accompagna benissimo molti dei nostri piatti tipici. Esta serve par netare la boca, come in questo menù, ed anche per dare nuovo stimolo all’intestino. Quindi una portata semplice è consigliatissima sia per il desco del povero che per il sontuoso pranzo del ricco.

Ingredienti dose per 4 persone
Patate 600 grammi
prezzemolo
aglio
aceto di vino bianco
vino durello
olio d’oliva
sale
pepe di fresca macinatura

Lavare le patate e, senza pelarle, mettetele in una casseruola, copritele di acqua fredda e ponete il recipiente sul fuoco. Fatele cuocere sino a quando saranno ben tenere. Intanto tritate finemente una manciatina di prezzemolo con uno spicchio d’aglio. Quando le patate saranno cotte scolatele e pelatele mentre sono ancora bollenti, tagliandole subito a rondelle spesse un centimetro o poco più e sistemandole ben allargate su un piatto piuttosto profondo. Cospargetele subito con il trito preparato distribuendolo uniformemente. Mettete in un piatto fondo un pizzicone di sale ed una manciata di pepe. Unite una cucchiaiata di aceto e una di durello e mescolate con i rebbi di una forchetta fino a quando il sale si sarà completamente sciolto. Aggiungete allora sei cucchiaiate di olio d’oliva e mescolate ancora bene prima di versare la salsina sulle patate ancora ben calde. Lasciatele intiepidire coprendo il piatto e poi servitele.

Vino consigliato: Torcolato di Breganze

Ricetta tratta dal libro “La cucina vicentina” di Amedeo Sandri e Maurizio Falloppi, acquistabile nelle migliori librerie e shop online.