Lo chef Amedeo Sandri insegna come fare la zuppa di cipolle

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Ascolta “Zuppa Di Cipolle – Fogolare Veneto” su Spreaker.

La cipolla è un caposaldo della cucina, grazie alla sua versatilità si può usare non solo come base per soffritti ma diventa anche l’elemento principale di primi e secondi piatti. Un esempio è la zuppa di cipolla.

Lo chef Amedeo Sandri prepara la sua versione con le cipolle dorate di Milano, tagliate à la julienne e appassite nel burro. Per   fare ciò, si deve sciogliere in una pentola del burro, aggiungere la cipolla, salare leggermente e lasciare cuocere a fiamma molto bassa. Dopodiché, la cipolla viene spolverizzata con della farina bianca leggermente tostata, si bagna con del vino bianco secco e alla fine si aggiunge un brodo vegetale o di pollo. La zuppa si lascia cuocere per una ventina di minuti abbondanti.

Per rendere la zuppa cremosa ma allo stesso tempo “croccante” Amedeo Sandri ne frulla una parte. Il tutto viene versato su un crostone di pane soffritto al burro e cosparsa con un formaggio che fonda. Per la versione francese, è suggerito il Gruviera mentre per una versione più locale si può utilizzare un formaggio di Asiago o più semplicemente del Grana o Parmigiano.

Il sommelier Maurizio Falloppi raccomanda come accompagnamento un Bianchello del Metauro, vino delle Marche oppure un Verdicchio di Levi.