Da Crespadoro a Bassano, trentatré concerti per far risuonare gli organi storici

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Organo Zordan del 1882 a Quinto Vicentino

Il  Festival  Concertistico  Internazionale  sugli  organi  storici taglia il traguardo delle venti edizioni e per festeggiare ha in serbo un programma ricco di novità, con 33 concerti fino a metà dicembre.

“Si distingue in ambito nazionale per il numero di solisti coinvolti, più di 200 – afferma il maestro Enrico Zanovello, ideatore e direttore artistico del Festival – accanto ad un centinaio di gruppi corali, avvicendando compagini vocali già affermate e formazioni nuove”.  La programmazione di questo ventennale si presenta varia: 33 concerti da quello di apertura andato in scena sabato scorso a Valli del Pasubio alla chiusura prevista per il 17 dicembre ad Agugliaro per  scoprire  da  un  lato  la  preziosità  degli  strumenti, dall’altro la bellezza dei “contenitori”, cioè delle  chiese  dove  sono  collocati.

Si ripropone la collaudata formula dei concerti organistico/ corali, con 13 cori in calendario, e con una serie di iniziative particolari e speciali per questa edizione. Verranno ricordati i 500 anni dalla riforma luterana con due giorni di convegno intervallati da momenti musicali (venerdì 27 ottobre a Cittadella e sabato 28 ottobre a Vicenza). Coerentemente  con  l’opera  di  riscoperta  e  valorizzazione di strumenti antichi, da sempre missione del Festival, verrà inaugurato l’organo De Lorenzi del 1843 della chiesa di San Giuliano a Vicenza (sabato 14 ottobre alle 16). Verrà poi presentato il catalogo degli organi della città di Vicenza nella chiesa di San Michele ai Servi (venerdì 20 ottobre).

Una originale novità per il Festival, godibile da tutti ma con una particolare attenzione al pubblico dei ragazzi, sarà una Fiaba Musicale che alterna e mescola improvvisazione organistica e narrazione (sabato 2 dicembre chiesa di San Gaetano a Vicenza). Infine, un’iniziativa che prende avvio con questa edizione: il progetto delle “Orgelmesse”. Si tratta di funzioni liturgiche accompagnate dalla musica d’organo: ventisei appuntamenti in tutta la diocesi che impegneranno tanti giovani freschi di diploma d’organo o iscritti ai corsi superiori, per l’accompagnamento del servizio liturgico festivo.

Il programma prevede molti appuntamenti ad agosto, il prossimo è domani a Marano di Crespadoro dalle 20.45 con Gerardo Chimini all’organo, mentre mercoledì l’appuntamento è a Tonezza del Cimone, sempre alle 20.45 nella chiesa parrocchiale dove il soprano Lidia Basterretxea sarà accompagnato dall’organista Giulio Mercati. Giovedì, invece, a Roana (chiesa parrocchiale alle 20.45) Alessandro Bianchi suonerà l’organo V. Mascioni del 1941. Informazioni complete sulle date dei concerti sono disponibili qui.

 

 

Ascolta il Radiogiornale di oggi!