Dopo il foglio di via, il Questore “avvisa” Alouani

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Nel riquadro Othmane Alouani

Dopo il foglio di via, l’avviso orale. I poliziotti della divisione anticrimine hanno infatti notificato ieri ad Othmane Alouani, il 19enne italiano di origini maghrebine – residente a Thiene – protagonista di recenti gravi fatti di cronaca a Schio, un “avviso orale” emesso dal Questore di Vicenza Giuseppe Petronzi.

Othmane Alouani nelle settimane scorse era stato arrestato in flagranza di reati contro il patrimonio e la persona, rendendosi anche protagonista di comportamenti pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica che hanno suscitato clamore e allarme nel thienese e Schio.

Dalla caserma dei carabinieri di via Maraschin a Schio era partita, subito dopo i fatti, la richiesta al Questore del foglio di via, ossia il divieto di tornare a Schio. Una richiesta che era stata sollecitata anche dal sindaco di Schio Valter Orsi e che era effettivamente scattata nel giro di qualche giorno. Ora l’autorità provinciale di pubblica sicurezza ha adottato nei confronti del giovane anche l’avviso orale: prevista dal sistema penale italiano, si tratta di una misura di prevenzione ha l’obiettivo di evitare la commissione di reati da parte di determinati soggetti considerati socialmente pericolosi. In buona sostanza intima alla persona di cambiare condotta ed è, quanto agli effetti, il presupposto per la richiesta di applicazione delle misure di prevenzione come ad esempio la sorveglianza speciale nei confronti degli avvisati che non abbiano recepito l’intimazione a cambiare vita.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!