Operaio in condizioni critiche dopo essere stato colpito da una trave in un cantiere

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Un operaio di una ditta di costruzioni si trova ricoverato in condizioni critiche nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Vicenza dopo essere stato colpito da una trave in un capannone a Isola Vicentina, in mattinata.

Il grave infortunio sul lavoro è avvenuto intorno alle 8.30 nello stabilimento della ditta Forno d’Oro in via Sila, nella zona artigianale di Isola: nello stabilimento sono in corso lavori di ampliamento e l’uomo – un operaio di 43 anni che lavora per conto dell’azienda bresciana di costruzioni Duemme, era impegnato con un collega (che comandava la gru) nella movimentazione di una trave di acciaio. Il 43enne, in particolare, movimentava la grossa trave da terra quando per qualche motivo in fase di accertamento è stato travolto dalla stessa a causa di una oscillazione.

L’aizenda di Isola Vicentina presso il cui cantiere è accaduto il grave infortunio

L’operaio ha perso l’elmetto che portava in testa (o questo si è rotto) e cadendo è finito sullo spigolo di un’altra trave che era a terra. La situazione è parsa subito molto grave e i soccorsi da parte dei colleghi sono stati immediati: il 43enne  – che ha riportato un grave trauma cranico e facciale – è stato stabilizzato dai sanitari del Suem 118 e trasportato con l’elisoccorso (partito da Padova) all’ospedale San Bortolo, dove si trova ricoverato nel reparto di rianimazione in prognosi riservata. L’accertamento dell’esatta dinamica ed eventuali responsabilità di quanto accaduto sono in via di accertamento da parte dei tecnico dello Spisal dell’Ulss 8 Berica.