Spv, Comitato Vallugana: “Scaduta la deroga allo scavo in galleria e da Marsetti nessun feedback”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il cantiere Spv a Vallugana (Malo)

Un incontro il 5 novembre scorso, che aveva sollevato qualche speranza e poi due mesi di silenzio, nonostante il sindaco Moreno Marsetti si fosse impegnato a far loro sapere gli esiti di un incontro che il giorno seguente avrebbe avuto con i responsabili del progetto della Superstrada Pedemontana Veneta, dove nel frattempo è caduto anche l’ultimo diaframma della galleria sud.

Spv, caduto l’ultimo diaframma della galleria di Malo. Zaia: “Da Castelgomberto a Malo in 5 minuti”

Per questo il Comitato Vallugana ha deciso di rivolgersi ai media locali. “Il 5 novembre siamo stati ricevuti dal nuovo sindaco di Malo – raccontano – per rendergli noto come viviamo in Vallugana da tre anni a questa parte, ossia da quando sono iniziati i lavori di scavo per la galleria di emergenza della galleria principale Malo-Castelgomberto della realizzanda Superstrada Pedemontana Veneta. Siamo stati ascoltati con vivo interesse e questo ci ha fatto molto ben sperare. Da allora, però, stiamo ancora attendendo il promesso feedback del sindaco a seguito dell’incontro che avrebbe avuto il giorno dopo con i responsabili di progetto, nonché una risposta a due semplici quesiti che gli abbiamo posto e che vogliamo a questo punto porre anche a voi”.

Spv, Tar del Veneto dà ragione ai residenti di Vallugana: “Stop alle mine notturne”

L’8 e il 09 ottobre 2020 l’entrata alla galleria lato Malo e l’uscita della galleria lato Castelgomberto sono entrambe state dissequestrate. Per il Comitato sono quindi “venuti meno i presupposti per la permanenza del cantiere per la costruzione della galleria Spv in Vallugana”. Per questo il Comitato si chiede: “per quale motivo si sta ancora scavando dalla galleria di emergenza in Vallugana? Con quale autorizzazione si sta ancora scavando dalla Vallugana se la variante era stata concessa per venti mesi scaduti a settembre 2020?”

Dissequestrato il cantiere della galleria della Spv: riprendono i lavori sulla canna sud

Tenuto poi conto che “sono circa tre anni che in Vallugana è stata concessa una deroga al rumore h24, 7 giorni su 7” il Comitato chiede di sapere “per quanto tempo ancora dovremo subire tale deroga” e se una deroga, in quanto tale, “può durare quasi tre anni”. “Dopo quanto tempo una ‘deroga’ diventa ‘normalità? La Vallugana è per caso sottoposta a legislatura a sé stante?” si chiedono gli abitanti della contrada maladese.

“In Vallugana prima del cantiere il rumore era praticamente assente, adesso è insopportabile e da quasi tre anni non ci fa dormire 7 giorni su 7” spiegano i sottoscrittori della nota stampa, ricordano che sono i documenti stessi ad indicare che i tempi richiesti dalla Regione Veneto e concessi dal Ministero dell’ambiente “sono ampiamente scaduti”.

Vallugana, colonna di camion lunga un chilometro. Residenti esasperati in Municipio