Odore “strano” segnalato dai vicini: trovati 2,5 chili di marijuana in garage

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La marijuana essiccata rinvenuta dai carabinieri

A Cogollo del Cengio una coppia di trentenni italiani aveva deciso, nel tempo libero, di dedicarsi all’essiccazione. Peccato che i vegetali scelti fossero del tutto illegali: l’odore, che si è propagato nel quartiere, ha destato allarme, ora i carabinieri indagano per scoprire la rete di spaccio dei due.

Ad allertare i militari sono stati proprio i residenti della zona, che avvertivano da qualche tempo un forte odore di marijuana nelle strade. I carabinieri hanno svolto le indagini del caso e ieri, intervenendo in borghese, hanno fatto un blitz nell’abitazione dei sospettati. Si tratta di un uomo di 32 anni e di una donna di 27. Lei è incensurata, lui invece aveva precedenti ed era anche in cura al SerT.

All’interno della casa, dopo un’accurata perquisizione, sono stati rinvenuti circa 2,5 chili  di piante di marijuana poste ad essiccare dentro un armadio nascosto in garage. L’ingente quantità della sostanza, nonché l’alto principio attivo riscontrato coi dovuti test, hanno indotto gli inquirenti a ritenere che quanto trovato non fosse per uso personale ma destinato al mercato della droga. Così, i due conviventi sono stati condotti in caserma e denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!