Anche a Valdagno la carta d’identità elettronica

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il sindaco di Valdagno Giancarlo Acerbi

Anche il Comune di Valdagno, primo nella valle dell’Agno, si allinea alle disposizioni di legge e introduce la nuova carta d’identità elettronica (Cie). Dopo l’opportuna fase di sperimentazione, da questa settimana, il sistema entra a pieno regime. Per ogni nuova carta e per il rinnovo delle carte scadute, quindi, sparisce il documento cartaceo per essere sostituito da una più comoda tessera in materiale plastico contenente un microprocessore che protegge i dati da eventuali contraffazioni.

Tra i primi cittadini che hanno rinnovato la propria carta d’identità, passando a quella elettronica, c’è anche il sindaco Giancarlo Acerbi, che proprio ieri ha fatto visita all’ufficio anagrafe. La nuova carta elettronica permetterà di autenticarsi in rete per fruire dei servizi messi a disposizione dalle pubbliche amministrazioni, non solo in Italia, ma anche in Europa. “Si tratta di un passaggio obbligato – spiega l’assessore ai servizi demografici, Liliana Magnani – verso un sempre maggior accesso a servizi in rete e più a misura di cittadino. Il rilascio del nuovo documento elettronico comporta anche alcuni cambiamenti nelle procedure e monitoreremo l’andamento dei prossimi mesi per mettere in campo ulteriori semplificazioni per i cittadini”.

Il documento elettronico viene rilasciato solo per nuove carte d’identità e per i rinnovi: gli attuali documenti cartacei rimarranno validi fino alla data di scadenza. Al momento del rinnovo occorre portare con sé il precedente documento d’identità e una sola fototessera, scattata da non più di sei mesi; dopo aver scansionato la foto, i funzionari procedono alla scansione delle impronte digitali e a far firmare il diretto interessato (anche per minori con almeno 12 anni di età). Quanto al costo, ammonta a 22 euro, da pagare in contanti allo sportello (in caso di smarrimento o deterioramento, il costo per il rinnovo della carta d’identità elettronica è però di 27 euro). La nuova carta d’identità elettronica verrà poi inviata direttamente a domicilio entro sei giorni lavorativi. Anche con la Cie sarà possibile esprimere il proprio consenso alla donazione di organi, come previsto dal protocollo “Una scelta in Comune” a cui anche Valdagno ha aderito nel 2015.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!