Area “rossa” per i nomadi, primo sgombero per violazione dell’ordinanza

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un intervento della polizia locale (foto d'archivio)

Ieri mattina alle 7 tre pattuglie della polizia con un carro attrezzi sono andati in via Scolari, nella zona est. Quattro capifamiglia rom sono stati allontanati, due di loro denunciati per violazione dell’ordinanza.

Il testo è stato approvato dalla Giunta del sindaco Francesco Rucco qualche settimana fa: definire le aree “off limits” di Vicenza per la sosta e stazionamento di camper e caravan di nomadi è stato uno dei primi atti della nuova amministrazione.

In via Scolari due proprietari dei quattro veicoli presenti sono stati denunciati, ai sensi dell’articolo 650 del codice penale, in quanto destinatari dell’ordinanza. Al proprietario del terzo mezzo, che fino ad oggi non era stato rintracciabile, è stata notificata l’ordinanza mentre il quarto non rientrava tra i trasgressori. Tutti e 4 i nomadi si sono allontanati spontaneamente dall’area senza bisogno che fosse utilizzato il carro attrezzi da parte della polizia locale.

“Si tratta della prima operazione per violazione dell’ordinanza, con denuncia penale, nella zona est della città – dichiara Francesco Rucco –. A inizio mese c’era stato un altro intervento fuori dalla “zona rossa” oggetto dell’ordinanza, e, precisamente, a Maddalene, per far rimuovere mezzi in uso a nomadi. Stiamo monitorando il territorio, concentrandoci su alcune zone della città, per contrastare il fenomeno della sosta abusiva che determina una situazione di grave degrado e notevole disagio per i cittadini. Nelle prossime settimane, come avvenuto in via Frescobaldi, metteremo in campo operazioni similari sempre a est di Vicenza dove abbiamo maggiori segnalazioni di insediamento di famiglie nomadi”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!