Hashish e “maria” in tasca e in casa. Ai domiciliari un 22enne attivo a Cavazzale

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il materiale sequestrato dai carabinieri dopo il controllo. Nei guai un 22enne di Cavazzale

Un normale controllo diretto ai giovani del luogo fa affiorare quasi 200 grammi tra hashish e marijuana dalle “tasche” di un 22enne. I carabinieri di Dueville nella serata di ieri hanno inchiodato un presunto spacciatore attivo a Cavazzale, ritenuto possibile punto di riferimento per ragazzi della zona dediti allo “sballo” da stupefacenti. Fermato in via da Vinci, in prossimità del plesso di scuole primarie e secondarie cittadine, il classe ’97 è stato trovato in possesso di 70 grammi di di hashish. Alla perquisizione domiciliare sono seguiti altri 120 grammi di “maria”, un kit per il confezionamento delle dosi da rivendere , oltre a 630 euro in contanti accuratamente occultati e ritenuti provento dell’attività illecita.

Le generalità del giovane non sono state rese note dai militari, in attesa dell’esito dell’udienza in corso in queste ore. Scattata la denuncia, gli approfondimenti nelle indagini potrebbero portare a individuare altri componenti della filiera di spaccio al dettaglio legati al giovanotto residente nel comune di Monticello Conte Otto. Il magistrato di turno ha disposto l’arresto del giovane per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, sottoponendolo al regime dei domiciliari presso la propria abitazione.

Ora dovrà rendere conto del proprio operato alla giustizia. Facile pensare che non potranno dormire sonni tranquilli nemmeno amici intimi e acquirenti abituali, in attesa dell’esito del rito direttissimo in seguito al fermo in flagranza di reato.