Ubriaco, senza patente, causa un incidente e si dà alla fuga. Ferita una donna incinta

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Archivio

Notte movimentata a Vicenza in zona Stadio Menti, teatro di un concitato inseguimento tra una gazzella dei carabinieri e un furgone sospetto sfuggito all’alt dei militari. Al volante un 38enne rumeno che si scoprirà poi “annebbiato” dai fumi dell’alcol, con a bordo due connazionali. Tutti e tre residenti a Camisano Vicentino. Per seminare le forze dell’ordine l’uomo avrebbe inanellato una serie di manovre folli, ad alta velocità, imboccando contromano una via fino alla collisione con una Renault occupata da cinque persone del capoluogo, tra cui una donna incinta. Un grosso spavento per la gestante – di nazionalità serba così come gli altri occupanti dell’auto – ma per tutti i passeggeri le ferite riportate sono state di lieve entità, curate al pronto soccorso del S. Bortolo.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri della Radiomobile, alle 2 di notte il furgone dopo l’impatto in viale Trissino (zona stadio) si è schiantato su un secondo mezzo parcheggiato a bordo strada completando la carambola nell’oscurità. Viale Margherita e corso Padova le altre strade percorse prima del botto di fine corsa. Al conducente, in evidente stato di alterazione da alcolici, riscontrato un tasso di 1,71 mg/l a fronte della soglia limite di 0,50. Tre le denunce presentate a suo carico: guida in stato di ebbrezza, resistenza a pubblico ufficiale e appropriazione indebita.

Le immediate indagini dei carabinieri, infatti, hanno accertato che l’uomo al volante era sprovvisto di patente di guida e come non bastasse conduceva il veicolo senza il consenso del legittimo proprietario. Si tratta di un 38enne di Selvazzano Dentro (Padova), pure lui originario della Romania, che ha presentato denuncia dopo aver assicurato alle forze dell’ordine di aver affidato bonariamente il modello di Citroen Jumper ad una terza persona, nei giorni precedenti, dichiarandosi ignaro del nuovo prestito.

Le condizioni di salute dei cinque occupanti dell’autovettura coinvolta nell’incidente non destano preoccupazioni, così come quelle del terzetto artefice della scorribanda.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!