Il “dottor” Sammy Basso festeggia all’università di Padova: è laureato con lode

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Sammy Basso con la corona d'alloro (foto tratta dalla pagina Facebook Associazione Italiana Progeria Sammy Basso onlus)

La corona d’alloro in testa, la busta con l’attestato in mano. E un sorriso che racchiude tanti anni di sacrifici e di lotte contro la Progeria. Sammy Basso, il 22enne di Tezze sul Brenta affetto dalla malattia rara che provoca un invecchiamento precoce, quest’oggi si è laureato all’Università di Padova in Scienze Naturali. Per lui il voto massimo: 110 con lode.

Il ragazzo, il più longevo al mondo tra gli ammalati dalla sindrome della Progeria, è noto per la sua vitalità e per la grande voglia di vivere che, nonostante la malattia, gli ha permesso di raggiungere tanti traguardi. L’impegno più grande, che porta avanti assieme ai suoi genitori, è quello di aiutare la ricerca per sconfiggere la Progeria. E anche nella sua ultima fatica scolastica ha voluto continuare in questa direzione.

La tesi per la laurea triennale, dal titolo “Novel use of CRISPR-Cas9 System as a therapy for HGPS”, infatti lo riguarda da vicino: tratta della sindrome della Progeria. La notizia della sua laurea è stata diffusa tramite un post su Facebook dall’associazione fondata dai suoi genitori (l’Associazione Italiana Progeria Sammy Basso onlus). A Sammy sono arrivate anche le congratulazioni dell’Università di Padova.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!