Foggia: 12 migranti muoiono in uno scontro frontale. Salvini convoca il comitato per la sicurezza

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Nuova tragedia della strada nel foggiano. Dodici persone, tutti migranti, sono morte nell’incidente stradale avvenuto nel pomeriggio di lunedì 6 agosto, lungo la statale 16 all’altezza dello svincolo per Ripalta, nelle campagne di Lesina. Un furgone con targa bulgara carico di braccianti africani, che tornavano dal lavoro nei campi, si è scontrato frontalmente con un camion di farinacei. Tre persone sono rimaste ferite. Tra queste anche l’autista del tir di Orta Nova che non è  in pericolo di vita.

Stando ad una  prima ricostruzione dell’accaduto il furgone con a bordo i migranti procedeva in direzione San Severo quando l’autista, probabilmente a causa di un colpo di sonno o di un malore, ha improvvisamente invaso la corsia opposta di marcia e si è scontrato frontalmente con l’autoarticolato che viaggiava in direzione opposta. A causa del violento impatto il furgone si è ribaltato più volte su se stesso. Sull’asfalto sono ben visibili i segni di una lunga frenata. Difficilissime le operazioni per estrarre i cadaveri dal groviglio di lamiere. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che, con l’utilizzo di una gru, hanno provveduto a sollevare il mezzo con a bordo le vittime.

Una strage che arriva a soli due giorni di distanza da quella che è costata la vita, sempre nel Foggiano, a quattro migranti. Sabato scorso, lungo la provinciale 105 tra Castelluccio dei Sauri e Ascoli Satriano, erano morti 4 giovani braccianti agricoli impegnati nella raccolta del pomodoro.

Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, presiederà oggi a Foggia il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per fare il punto sull’incidente stradale nei pressi di Lesina. La riunione, alla quale parteciperanno i rappresentanti delle autorità locali, è stata indetta allo scopo di mettere a punto misure contro il caporalato.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!