Carabinieri, intensa attività di controllo sull’Altovicentino. Furti, droga e lavoro nero

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Le compagnie di carabinieri di Schio e Thiene intensificano i controlli preventivi per contrastare l’illegalità e il degrado sociale nell’Altovicentino. Nel mirino in particolare i comportamenti illeciti sulle strade, lo spaccio di stupefacenti e gli accertamenti nei confronti di soggetti sottoposti a regime di arresti domiciliari e misure affini. Il bilancio dell’ultima settimana di pronto intervento, tra segnalazioni, sequestri e infrazioni sanzionate.

Da Schio. Le forze operative coordinate dal Maggiore Vincenzo Gardin sono state potenziate con l’impiego di pattuglie appartenenti alla Compagnia di Intervento Operativo del 4° Battaglione Carabinieri “Veneto”, del Nucleo Ispettorato del Lavoro Carabinieri di Vicenza e alla Polizia Locale “Alto Vicentino” che hanno operato in piena sinergia nel territorio. Sulla rete viaria nei giorno scorsi i controlli hanno interessato circa 150 veicoli, con identificazione di 80 persone e varie sanzioni amministrative comminate ai rei di infrazioni del codice stradale. Controlli a tappeto anche nei confronti di locali notturni, che hanno portato all’individuazione di due bar di Schio che impiegavano personale “in nero”.

Sul fronte della lotta agli stupefacenti, in via Pasini a Schio fermato e denunciato per detenzione di droghe (leggere) un 20enne del Nord Africa (E.K. le iniziali). Rinvenuti 27 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale atto alla confezione di dosi. Stessa sorte per un 46enne (D.C.), bloccato a Santorso con indosso 47 grammi di “maria”, posta sotto sequestro dai militari. Sempre ai piedi del Monte Summano, stavolta in via IV Novembre, patente ritirata e ad giovane ucraino di 23 anni, I.B. le iniziali e già noto alle forze dell’ordine, trovato in possesso di circa un grammo di marjuana, uno sminuzzatore e una replica di una pistola Beretta 92S col tappo rosso.

Altri episodi di microcriminalità segnalati consistono nel furto aggravato di un computer portatile, sottratto da un negozio specializzato di Malo. Riconosciuto l’autore del blitz, un 18enne (B. O. le iniziali), raggiunto e denunciato dai carabinieri che hanno recuperato la refurtiva restituendola ai proprietari dell’esercizio commerciale. Ad Isola Vicentina, poi, il bizzarro furto di un frigorifero non funzionante – ed altro materiale elettronico – lasciato nell’isola ecologica. Denunciato un 60enne, anche in questo caso cittadino africano.

Da Thiene. Impegno extra anche da parte dei colleghi del comando di Thiene, chiamati a un servizio mirato di controllo del territorio e prevenzione e repressione dei reati “predatori” in un bacino che comprende ben 29 comuni – dall’Altopiano fino a Quinto Vicentino di competenza per la compagnia guidata dal Capitano Davide Rossetti. Ben 62 le pattuglie dislocate sul campo, con complessivamente 379 le persone controllate, 281 i veicoli e 18 gli esercizi pubblici. Dai riscontri effettuati due i soggetti segnalati in prefettura quali consumatori di sostanze stupefacenti (ad uso personale) e due automezzi sequestrati per violazioni di carattere amministrativo.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!