Le campionesse della 4×400: il cuore della Chigbolu batte a Vicenza

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Foto Ferraro/CONI

Maria Benedicta Chigbolu, Libania Grenot, Ayomide Folorunso e Raphaela Lukudo. La loro foto è diventata virale: non si parla che di queste quattro splendide atlete negli ultimi giorni in Italia. Non tanto per ciò che effettivamente hanno fatto (oro nella staffetta 4×400 ai Giochi del Mediterraneo), quanto per il colore della loro pelle, che ha fatto delle quattro uno spot di multiculturalità per l’Italia.

Al di là del fatto che questa foto sia stata letta in chiave fortemente politica nel delicato contesto politico italiano, con la questione migranti che spacca da settimane l’opinione pubblica, c’è un particolare (non da poco) che lega Maria Benedicta Chigbolu (la seconda da sinistra nell’immagine, in posa da “pistolera”) a Vicenza. La 28enne romana di padre nigeriano è da anni infatti fidanzata di Matteo Galvan, anche lui atleta, detentore del record italiano dei 400 metri e nativo di Bolzano Vicentino.

I due condividono le fatiche sia in pista che nella vita dunque. Si allenano entrambi sotto la guida di Chiara Milardi a Rieti. Una collaborazione che sta dando grandi risultati a tutti e due gli atleti. Sia Galvan che la Chigbolu infatti sono costantemente al vertice delle graduatorie nazionali, con il vicentino già capace di piazzamenti di spessore a livello europeo e olimpico.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!