Ritrovato sano e salvo Tiziano Faccin. Era a Dueville, stava dormendo all’interno della sua auto

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

E’ un buone condizioni di salute Tiziano Faccin, il pizzaiolo 45enne di Zanè scomparso martedì pomeriggio. E’ stato ritrovato a Dueville intorno alle nove: stava dormendo all’interno della sua auto in un parcheggio in centro a Dueville.

A ritrovarlo, confuso, una pattuglia della polizia locale che ha immediatamente avvertito i carabinieri di Thiene – coordinati dal capitano Davide Rossetti – e i familiari. Faccin ha confermato agli agenti di essere lui la persona scomparsa: si era fermato perché aveva finito i soldi e la benzina, quindi le forze dell’ordine sono convinte che in giornata avrebbe comunque fatto ritorno dai familiari in qualche modo.

Dopo un controllo medico, potrà tornare a casa dalla madre 81enne che lo sta aspettando e che in questi due giorni e mezzo ha vissuto momenti di terribile angoscia, temendo il peggio. Tira un sospiro di sollievo anche la sorella Claudia, che ne aveva denunciato la scomparsa mercoledì pomeriggio.

Faccin, che fino a una settimana fa aveva lavorato a Costabissara in una pizzeria e che è molto conosciuto nell’Alto Vicentino proprio per il suo lavoro di pizzaiolo, martedì pomeriggio aveva salutato la madre dicendo che andava ad incontrare alcuni amici ed era uscito con la sua auto (una Ford Fiesta) senza fare più ritorno a casa. L’ultima volta il suo cellulare era stato agganciato quel pomeriggio dalla cella di Velo d’Astico, che però copre un’area vasta di territorio. Il telefono poi risultava spento. Le ricerche erano scattate con la denuncia della sorella mercoledì pomeriggio: su indicazione della Prefettura erano stati coinvolti, oltre ai carabinieri, anche i vigili del fuoco e la protezione civile. Per i familiari restano ora da capire i motivi di questo allontanamento volontario. Intanto però tutti quelli che lo conoscevano tirano un gran respiro di sollievo.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!